i romanzi di

 Franco Ricciardiello

La rocca dei celti

Editoriale Ambra, Alessandria 1987

scritto tra agosto e ottobre 1994  

"La rocca dei celti" è il primo romanzo scritto da Franco Ricciardiello, un autore ventiseienne che sta lentamente ma inequivocabilmente imponendosi come uno dei più convincenti autori giovani del fantastico italiano.

In questo romanzo ritroviamo tutti i motivi principali dell'opera dello scrittore biellese che potremmo sintetizzare come segue: la costruzione attenta degli scenari e delle ambientazioni, il tema del tempo e dei viaggi nel tempo, il tema della "risurrezione" e del superamento del tempo come limite dell'uomo."

[dalla prefazione di Giampiero Prassi]

 

iconografia di "La rocca dei celti"

 

 

 

Ai margini del caos

Premio Urania 1998

Mondadori, Urania n. 1348, Milano 1998

scritto tra settembre 1997 e febbraio 1998  

A Basilea una giovane donna viene colta da malore davanti a un quadro dalla lunga storia: L'Isola dei Morti, di Arnold Böcklin. Sembra un malessere passeggero, ma forse è qualcosa di più misterioso e agghiacciante. Qual è l'enigma del quadro? E perché alcuni lo considerano come un ponte gettato verso un'altra realtà? Ma, soprattutto, se l'Isola dei Morti è veramente una "porta", in quale spaventosa dimensione può condurre chi lo guarda? Il romanzo vincitore del Premio Urania 1998 è un bellissimo romanzo di suspense e mistero.

[dalla quarta di copertina]

 

iconografia di "Ai margini del caos": interviste, recensioni, immagini

 

 

 

Radio Aliena Hasselblad

Mondadori, Urania n. 1440, Milano 2002

scritto tra gennaio e giugno 2000

 

Tutto comincia quando un fulmine stordisce Kimberley, la cantante dei Radical Belt. Ora Kim sembra posseduta da un'entità estranea. Si tratta di un ex agente dello Smerš, il russo Alpers, che tramite Kim rivela terribili fatti della Seconda guerra mondiale e afferma di essere tenuto artificialmente in vita da esseri sconosciuti. Benché sembri tutto pazzesco, una fotografa, Roberta, cerca di ritrovare il bandolo della matassa e l'indagine pone domande sempre più inquietanti… Hitler ed Eva Braun sono morti davvero? Dov'è finito il clone della donna del Führer? Ma la soluzione del mistero affonda nel tempo, a un tragico giorno del 1941, quando in Polonia scese un velivolo non di questa Terra…

[dalla quarta di copertina]

 

iconografia di "Radio Aliena Hasselblad": interviste, recensioni, immagini

 

< ritorna alla pagina principale