Gian Filippo Pizzo

Curriculum fantascientifico

Gian Filippo Pizzo è nato a Palermo il 5 ottobre 1951. Dopo la maturità scientifica, si è laureato a Palermo in Scienze Politiche, indirizzo politico internazionale. Dal 1979 vive a Firenze, dove lavora come Funzionario di Biblioteca presso l'Università (attualmente alla Biblioteca Umanistica). Si è occupato professionalmente di informatica, come insegnante, programmatore ed esperto di applicativi in ambiente MS-DOS/Windows; attualmente è webmaster, tra l'altro, del sito del sindacato.

Lettore di fantascienza sin dall'infanzia (ma è stato anche cultore di gialli, fumetti, cinema e letteratura popolare in genere) ha cominciato ad occuparsene attivamente dopo il 1972, collaborando con il Centro Cultori SF di Venezia ed il suo "Notiziario" con articoli, recensioni e notizie. In seguito ha collaborato a varie altre pubblicazioni amatoriali, quali "Alternativa", "SFere", "Quark", "La spada spezzata", "L'altro spazio", "Intercom", "Balarm Sf", "Future Shock" e molte altre. Dal 1974 al 1979 ha pubblicato, assieme agli altri soci del CIRCOLO SICILIANO FANTASCIENZA, di cui è stato fondatore, la fanzine "Astralia", per cui ha curato due antologie di fantascienza latina molto apprezzate. E' stato corrispondente di varie pubblicazioni tra cui "SF Chronicle" (USA), "Requiem" (Quebec), "Ides et autre" (Belgio), per cui ha curato un'antologia di Sf italiana, "Galaktika" (Ungheria).

Ex giornalista pubblicista, ha collaborato con le terze pagine o le pagine libri dei quotidiani "Il giornale di Sicilia" e "L'ora" di Palermo e "La città" e "La gazzetta" di Firenze, e con varie riviste non specializzate, tra cui "Il nuovo informatore librario", "Rassegna sovietica", "Bollettino A.I.B.", "Pergioco" (è un appassionato di scacchi e di giochi da tavolo), "La torre di Babele", "Newton", "MC - Microcomputer"; e specializzate come "Robot", "Aliens", "Asimov" (sulla quale aveva una rubrica fissa) e "Urania".

Dal 1986 tiene una rubrica fissa sul mensile "Il giornale dei misteri" (Tedeschi ed.).

Ha curato la selezione di racconti fantascientifici per le riviste "Newton", "Astronomia 2000", "L'astronomia". Ha scritto varie poesie fantascientifiche, pubblicate su varie fanzine e su "Futurismo Oggi", dove sono apparse anche sue grafiche. Ha scritto testi per fumetti (Rob, L'Uomo Invisibile, Alien). Ha sceneggiato racconti radiofonici per la RAI, sede regionale siciliana. Ha tenuto rubriche di fantascienza presso radio private, e relazioni presso vari circoli. Ha anche una limitata attività di traduttore. Dal 1976 è delegato italiano presso la Societè Européenne de SF. E' uno dei più vecchi soci della World SF.

Nel 1978 ha collaborato alla realizzazione del convegno su 'La fantascienza e la critica' di Palermo, curando la mostra libraria ed il relativo catalogo Vent'anni di fantascienza in Italia (ed. La Nuova Presenza, Palermo). Nel 1981 ha collaborato alla manifestazione fiorentina 'Iperspazio', curando la parte relativa alle relazioni e la rassegna cinematografica. Ha anche curato la rassegna cinematografica del cineclub 'Terzo pianeta' di Palermo. Nel 1993 ha organizzato la manifestazione 'Libri dall'iperspazio' a Borgo San Lorenzo (FI).

Come saggista ha vinto il 1 premio del CMNA con un articolo sulla SF italiana. E' stato più volte finalista al premio 'Italia': tra l'altro nel 1994 con l'articolo Le battaglie di Gettysburg.("Giornale dei misteri") e nel 2001 con ben 3 articoli (3 classificato con La fantascienza e le scienze apparso su "Urania"). Per il complesso delle sue collaborazioni la World SF Italia gli ha assegnato nel 1995 il Premio biennale per la promozione della Sf.

Come scrittore ha vinto il Premio 'Lovecraft' 1977 per Incidente sul lavoro ("Cosmo Informatore"), è stato finalista al 'Mary Shelley' 1984 con Autoscacco ("The Time Machine", segnalato al 'Tolkien' 1982 con Le voci del vento (in: Le armi e gli amori, Solfanelli), finalista al premio 'Italia' 1992 con Com'era lassù ("L'Eternauta"), e al 1.mo premio di poesia 'Angelo De Ceglie'. Ha pubblicato un'altra quindicina di racconti su varie pubblicazioni italiane ed è stato tradotto all'estero (in Belgio, Ungheria, Cecoslovacchia, Finlandia). Tra i suoi racconti più recenti, L'ultima corsa degli emioni (in Pianeta Italia, Perseo Libri), ha avuto una Targa d'onore al concorso per il racconto sportivo indetto dal CONI.

Nel 1996 ha pubblicato, assieme a Roberto Chiavini, il libro Dizionario dei Personaggi Fantastici (Gremese ed.), vincitore del Premio 'Italia' alla convention di S. Marino 1997 quale miglior saggio in volume.

Nel 2001, ancora assieme a Chiavini ed a Michele Tetro, ha pubblicato sempre presso Gremese Il grande cinema di fantascienza (da 2001 al 2001), un excursus sulla fantascienza cinematografica dell'ultimo trentennio.

Torna indietro