Scheda riassuntiva sui Chakat

di leonardo maffi
Versione 0.5, 13 giugno 2005


Questo documento è essenzialmente un riassunto in Italiano dell'Introduzione ai chakat, scritta in Inglese da Bernard Doove, che può essere trovata qui: http://www.chakatsden.com/chakat/Intro.html
Per maggiori informazioni si faccia riferimento a tale documento (a alla nostra futura traduzione in Italiano dell'intera Introduzione ai chakat).

Si noti che questo documento non si occupa dei chakasa, che sono una specie distinta (inventata da leonardo maffi e Alessio "Scale" Scalerandi), che esiste in un universo distinto da quello dei chakat.

[Alcuni dettagli presenti in questa scheda mi sembrano improbabili, comunque qui mi limito a riportarli come sono presenti nel testo di Doove, talvolta sento il bisogno di commentare, e in questo caso lo faccio tra parentesi quadre.]

___________________


- I chakat sono stati creati per sopravvivere, riprodursi, per potersi integrare bene nella società umana, per creare una società migliore e più affettiva. Hanno un livello di aggressività inferiore a quello umano, e cercano di integrare passione e ragione nelle loro menti e nei loro corpi.
- Il nome volgare della specie Taurofelis adamo deriva dal nome dei due coniugi umani che hanno guidato il gruppo che ha creato questa specie: Charles e Katherine Turner.
- Altezza adulti: tra 1.5 e 1.7 m. Peso adulti tra 160 e 200kg. L'aspettativa di vita media in società civilizzate è di circa 150 anni.
- Sono dotati di capelli-criniera che crescono in parte anche sulla prima parte della spina dorsale, e non solo sulla testa.
- I capezzoli sono visibili solo quando eccitati, o durante tutto il periodo dell'allattamento.
- Sono completamente coperti di pelliccia fitta, e per colpa di essa preferiscono temperature tra 5 e 22 gradi centigradi. D'estate non possiedono sottopelo, lo perdono in primavera.
- Possiedono una testa del tutto felina, e due braccia molto simili a quelle umane. Le loro mani sono molto simili a quelle umane, ma sono dotate di piccoli artigli e sono coperte di pelle di più dura.
- I colori della loro pelliccia sono essenzialmente casuali, anche non felini. Quindi ad esempio può capitare che due genitori con pelliccia da tigre e bianco-nera abbiano un due figlie una con pelliccia di puma e una leonina.
- Il giunto che collega i due emicorpi è estremamente flessibile, anche perché non contiene molti organi (e quindi è più sottile di un addome umano), e può essere piegato molto.
- Le orecchie sono feline e molto mobili, le dirigono verso le sorgenti, l'udito è felino e migliore di quello umano.
- Vista diurna è cromatica, che arriva in parte fino all'UV e IR. La visione notturna (in bianco e nero) è eccellente, al livello di certe apparecchiature tecnologiche (per cui usano meno luci, la notte possono passeggiare senza illuminazione, ecc.)
- Grazie al muso leggermente più lungo di quello felino, hanno un olfatto a livello dei cani da fiuta (ma hanno il naso lontano da terra, dove ci sono la maggior parte degli odori.)
- Sono onnivori, hanno molari trituratori e grandi denti canini felini.
- Nella faccia possiedono muscoli aggiuntivi che gli permettono di produrre anche tutte le espressioni facciali umane, oltre a quelle feline.
- I seni hanno fibre di supporto e più tessuto spungoso e meno tessuto grasso, sono fatti per accumulare liquidi, normalmente latteacqua, che è più acquoso del latte, contiene meno grassi, è più vitamine e zuccheri. Per cui i seni chakat sono sempre turgidi come fossero sempre in allattamento, e sono più fermi e immobili, anche nella corsa. I seni si ingrossano anche nei giovani, per cui non indicano la maturità sessuale.
- Qualunque chakat sessualmente maturo che beva il latte di una partoriente (o di una nuova madre) inizia a produrre latte, per condividere l'allattamento.
- Lo svezzamento dei piccoli avviene a circa 18 mesi dalla nascita.
- Possono saltare un paio di metri in verticale, e trasportare pesi al basto come un cavallo.
- I quattro piedi possiedono artigli retrattili. I piedi anteriori (mampe) hanno mezzi pollici e sono semiprensili. I polsi delle mampe possono ruotare, per cui possono arrampicarsi bene.
- La coda è molto lunga, 1.5 m a venti anni, ed è prensile. Il difetto è che è impellicciata e quindi può perdere la presa. Può sopportare tutto il peso del corpo per brevi periodi o fungere da supporto per molto tempo. La coda è molto espressiva, e usata per trasmettere una gran quantità di linguaggio corporeo. Codare la coda di un'altra persona è segno di intimità. La coda cresce lentamente per tutta la vita, e negli anziani (detti Codalunga) arriva a due metri.
- Possiedono due stomaci che gli permettono di digerire quasi tutto. Hanno un'alta tolleranza alle tossine, incluso l'alcol. Il primo stomaco è nel torso superiore, il secondo stomaco nell'addome inferiore. Quando un chakat cambia dieta, il suo apparato digestivo richiede del tempo per poter adattarsi e sfruttarla al meglio.
- Hanno due paia di polmoni. Il paio superiore è più piccolo, e sono detti polmoni parlanti. Ci sono delle corde vocali grezze anche nei secondi polmoni, che gli danno una seconda voce e permette ruggiti e urla a volume molto intenso.
- I chakat (detti omega, eccetto quelli della prima generazione, detti Alfa) hanno due cuori, uno piccolo nel torace superiore, dedicato al cervello e agli organi essenziali, e un cuore più grande nel giutorace, adibito a tutto il resto. Esiste un sistema di valvole che gli permette di vivere e camminare con un solo cuore. Il carattere cuore singolo dei chakat alfa è recessivo.
- Tutti gli altri organi interni sono nell'addome inferiore e sono duplicati (due fegati, due milze, due reni).
- Tutti i chakat sono ermafroditi. Le caratteristiche sessuali oscillano periodicamente. Ma il loro umore non subisce oscillazioni violente al cambiare degli ormoni, ad esempio non provano la nausea mattutina delle donne incinte. La miscela delle caratteristiche maschili e femminili rende i chakat tra le specie intelligenti i più psicologicamente stabili [questo può avere anche certi svantaggi.]
- Il ciclo di ovulazione è di 24 giorni, e il periodo di fertilità 2 giorni circa. Una chakat incinta percepisce subito di esserlo, entro poche ore dal concepimento. Durante i due giorni di fertilità (calore, o estro) i tratti e attitudini femminei dei chakat sono al loro massimo. 12 giorni dopo è il contrario (fregola), e i tratti mascolini sono al loro massimo. La fregola comunque non è una vera fregola, e l'intensità del desiderio maschile è moderata; e si presenta anche nei chakat che usualmente preferiscono i loro lati femminei. Per cui questi picchi sessuali hanno la caratteristica di superare le normali preferenze sessuali del singolo individuo.
- Un chakat può fecondarne un altro come maschio in qualunque momento del mese, anche se la fecondità maschile è minore dato che si tratta di seme immagazzinato durante la fregola. Comunque i chakat sono altamente consapevoli del loro stato di fertilità, e le gravidanze non pianificate sono estremamente rare.
- I chakat non hanno imene, ma una muscolatura che chiude il passaggio vaginale. Non si tratta di un anello muscolare, ma di una modifica delle pareti vaginali stesse. Rimane chiuso quando un chakat è immaturo, e poi va sotto controllo volontario. Il suo stato normale è chiuso, e rimane chiuso quando il chakat è incosciente, ecc. Questo rende lo stupro di un chakat molto improbabile.
- Il pene non è felino, è posto più in avanti per non interferire con la parte femminile. Anche se è fatto per riposare in un fodero, ha un aspetto piuttosto umano, anche se è leggermente più lungo e circa il 50% più spesso in proporzione alle loro dimensioni corporee [questo vuol dire che un pene chakat potrebbe essere piuttosto più grande di uno umano].
- I chakat urinano come maschi, e per farlo devono estrudere il pene con dei muscoli volontari.
- Non perdono mestruo, le uova non fecondate e le altre parti associate vengono riassorbite nel corpo. La gravidanza dura 312 giorni (13 cicli sessuali completi). Il loro bilanciamento ormonale gli evita le nausee mattutine durante la gravidanza. Durante essa hanno talvolta una libido leggermente aumentata, e sono generalmente di umore un po' migliore. Di norma partoriscono singoli figli, due figli sono rari, e tre non sono mai capitati. Un chakat può produrre lette a sufficienza per allattare due figli [anche se di solito si fa aiutare dal compagno o da altri parenti].
- I chakat non sono interfertili con le specie bipedi, ma Doove dice che possono produrre prole con varie specie taure. Questa prole è composta sempre da chakat ma con pelliccia del colore dell'altro tauro. Con le tauromoffette (skunktaurs) invece i figli possono essere chakat, tauromofette, o spesso ibridi.
- Invecchiamento: le malattie della vecchiaia sono state eliminate dalla loro struttura genetica, o vengono curate, per cui possono godere di una mezza età lunga e sana. La durata media della loro vita è circa 150 anni. Smettono di crescere (eccetto la coda) intorno ai 25 anni. Rimangono fertili per 120 anni, e poi vanno in menopausa, prima per parte femminile. Comunque i loro cicli sessuali continuano fino alla morte, anche se non vanno più in calore. Possono vivere energicamente e allevare figli fino a 120 anni. Negli ultimi anni sono detti codalunga, e sono rispettati e onorati, e usano tali anni per passare la loro saggezza alle generazioni più giovani.
- I chakat possiedono di solito "empatia", una capacità extrasensoriale (ESP). Possono percepire o proiettare emozioni. Raramente possono avere altri Talenti. [Non entro in dettagli, c'è una scheda al riguardo: http://www.furry.org.au/chakat/Stories/Talents.html ].
- I chakat non sopportano nessuna forma di automutilazione, per cui non si tatuano, non si rasano e non usano orecchini (eccetto quelli a clip). Se possibile evitano anche la chirurgia, ma non tanto da rifiutare cure mediche.
- Le date del parto sono estremamente prevedibili, e spesso i chakat organizzano una festa in corrispondenza del parto, alla quale tutti sono presenti nudi. I chakat sono di solito più preoccupati per la propria famiglia, che per altro.
- I chakat non operano distinzioni di valore sui sessi, sono del tutto bisessuali, e anche se i singoli chakat possono avere una preferenza per uno dei loro sessi, apprezzano comunque sempre anche l'altro loro sesso.
- Nelle culture chakat gli atti sessuali incestuosi sono rari, ma presenti, e comunque non sono mai a fini riproduttivi, sebbene tali unioni non sarebbero negative, dato che molti geni recessivi negativi sono stati eliminati. L'auto inseminazione, usando mezzi artificiali, è possibile, ma mai praticata.
- I chakat insegnano argomenti sessuali ai giovani molto presto, così all'adolescenza i chakat sono pronti a fare sesso senza problemi [utopia].
- Spesso i chakat di una coppia generano un figlio ciascuno, a distanza di meno di un anno uno dall'altra, in modo che i fratelli stringano un legame molto forte. I chakat sono estremamente sociali e odiano vivere da soli. Spesso dormono in stanze comuni, anche se nelle loro case gradiscono una stanza privata per i momenti di privacy, ecc.
- I chakat non sono atei, comunque non hanno nessuna particolare credenza religiosa tipica della loro specie, sono poco religiosi.
- Un chakat dorme in media un'ora in più a notte di un umano. Non apprezzano spazi stretti, e non apprezzano temperature troppo alte. Impiegano molto tempo per asciugarsi e per spazzolarsi, anche se spesso usano questo tempo per attività socializzanti. [Inoltre richiedono più cibo di un umano, pesano di più, e sono più sensibili alle accelerazioni di un umano.]
- L'ingombro e forma del corpo tauro produce dei piccoli problemi, ad esempio in cose come le porte rotanti degli alberghi, o i passaggi girevoli delle metropolitane o delle banche. Per accucciarsi può bastare un tappeto, ma necessitano di bagni con sanitari speciali. Necessitano di poltrone adatte su automobili, mezzi e luoghi pubblici. La loro popolazione relativamente piccola significa che quello di cui hanno bisogno viene prodotto su scala meno larga, con prezzi maggiori, minore varietà, ecc. [anche se penso che in futuro questo problema potrebbe essere ridotto, potrebbero esserci negozi che hanno ottime stampanti 3D capaci di fare singoli pezzi a piacere, ecc].

I chakat possono instaurare tre tipi principali di relazioni affettive (più alcune altre che possono essere fatte rientrare in queste tre categorie):
- Compagni (Companions): può andare da un buon amico, ad un amante. Può includere il sesso, e vengono stabilite ad esempio sulla base di interessi comuni, tra giovani chakat. Vengono sciolte senza problemi.
- Compagniditana (Denmates): sono amanti che si legano formalmente alla famiglia. Condividono responsabilità e gioie della famiglia, e dei figli che sono già presenti. Spesso lo scopo di queste relazioni è quello di avere figli. Queste relazioni di solito durano fino a che il figlio che ne risulta è indipendente. Dopodiché i compagniditana possono rinnovare il loro legame, o dissolverlo.
- Compagnidivita (Lifemates): sono Compagniditana che hanno deciso che non possono più vivere separatamente. Per diventare compagnedivita serve almeno un anno di relazione di Compagniditana dichiarata. I Compagniditana non possono sciogliere il loro legame [niente divorzi]. Di solito un chakat non ha più di quattro Compagniedivita, per non complicare troppo le cose, comunque due o tre sono la norma.

[Ad un certo punto dell'Introduzione, Doove usa tre lunghi paragrafi per spiegare che i chakat possono fare gli educatori sessuali, al limite anche dando esperienze pratiche... Questa scheda non include la storia dei chakat, la storia e contesto sociale dal quale sono nati, il mondo che hanno colonizzato (Chakona), e la politica di Chakona, per queste informazioni consultare l'Introduzione ai chakat di Doove.]
________________________

Per maggiori informazioni:
http://www.chakatsden.com/
http://chakat.wikiverse.org/
http://en.wikipedia.org/wiki/Chakat
I chakat sono (c) Bernard Doove.

[Torna indietro]