Rappresentazione artistica dell'ecovisione chakasa
Artistic Representation Of The Chakasa Echovision

di leonardo maffi

Versione 1.0 del 23 agosto 2005

Version 1.0, agu 23 2005

I chakasa possiedono un senso visivo che usa ultrasuoni (ultrasuoni per le orecchie umane), prodotti da una struttura nel loro palato e ricevuti da decine di migliaia di sensori uditivi ("nanofoni") presenti sulle antenne. Questa ne è una rappresentazione artistica. La scena mostra una giovane lupa antropomorfa danzante che sta ruotando su se stessa. Sono state fatte due immagini per rappresentare in modo chiaro gran parte delle informazioni fornite da questo senso.
Le informazioni principali che fornisce è una "range image", cioè una immagine (qui rappresentata a toni di grigio) nella quale l'intensità di ogni punto rappresenta la sua distanza dal chakasa. Alcuni punti chiari possono indicare anche zone dove le ossa della lupa sono molto vicine alla pelle. Le zone colorate, più o meno sature, indicano l'intensità dell'effetto Doppler acustico, cioè la velocità di avvicinamento (rappresentata in blu) o di allontanamento (rosso) dal chakasa osservatore. L'effetto di mosso è dovuto tra l'altro alla frequenza relativamente bassa di ripetizione dei click ultrasonici. I piccoli circoli sono una rappresentazione artistica delle diffrazioni acustiche che si producono in corrispondenza di punte sottili, di dimensioni paragonabili alla lunghezza d'onda degli ultrasuoni utilizzati (in realtà la diffrazione avrebbe effetti più complessi su questa immagine, ma questa è una rappresentazione artistica approssimata).
Nell'immagine a sinistra si vede una rappresentazione a toni di verde di altre informazioni presenti in una ecoimmagine, cioè in questo caso sull'"ecocolore" delle superfici colpite dagli ultrasuoni (cioè degli ultrasuoni che riflettono/diffondono). In questa rappresentazione un punto di verde più intenso indica che in quel punto la superficie dell'oggetto ha assorbito una maggiore quantità di frequenze alte rispetto a quelle basse (in questo caso ciò è correlato con lo spessore della pelliccia). Altre informazioni non riportate potrebbero essere sulla tessitura acustica delle superfici, una informazione più dettagliata sul loro ecocolore, ecc.

Chakasas have a visual sense that uses ultrasounds (ultrasounds for human ears), produced by a structure in the roof of their mouth and received by tenth of thousand of uditive sensors on the surface of the antennae. This is an artistic representation of such capability. The image shows a young dancing anthropomorphic she-wolf that is rotating. There are two images to clearly represent most of the information given by such sense.
The most important information that it gives is a "range image" (or "depth image"), that is an image (here represented as grey scales) where the grey intensity encode the distance with the chakasa observer. Some white zones can also show where the bones of the she-wolf are very close to the skin. The coloured zones, more or less saturated, show the acoustic Doppler effect, that is the approaching speed (represented as blue) or the distancing speed (red) from the chakasa. The blur is caused by the low frequency of the click repetition (<~15 Hz). The small circles are an artistic representation of the acoustic diffractions produced near the sharp points with a size comparable with the ultrasound wavelength (the diffraction causes more complex effects, this is just an approximated artistic representation).
On the right you can see a green levels representation of some other information given from an echoimage, this is a representation of "echocolor" of the surfaces impacted by the ultrasounds (that is the colour of the ultrasounds that such surfaces reflect/diffuse). In this representation a higher green saturation in a point means that such point has adsorbed more higher frequencies than lower ones (this is correlated with the fur pelt thickness). Other information is not present in this pair of images, like information about the acoustic texture of surfaces, more detailed information about their echocolor, etc.



Un esempio di "range image" artificiale
An arificial range image example image

[Torna alle immagini - back to images]