Chakasa negli infrarossi termici
Chakasa head in thermal infrareds

di leonardo maffi
Versione 1.6 del 26 Giugno 2005
Version 1.6, Jun 26 2005


Testa di bambino chakasa vista negli infrarossi termici, in falsi colori. Il colore blu scuro indica una temperatura ambiente. Il nero indica una temperatura un poco inferiore a quella ambientale. Il bianco indica la temperatura corporea chakasa, di 37-38° C. Si possono vedere delle differenze tra questa immagine e quella del gatto: le macchie nere sul muso (termoorgani secondari), le antenne, e l'interno delle orecchie che è più freddo (utile per i termoorgani primari). Clicca sull'immagine per vederla a grandezza piena. Immagine © 2004 leonardo maffi, sulla base di un disegno di Scale.
Chakasa child head seen in thermal infrareds, with false colours. Air temperature is dark blue. Black means a temperature a little lower than air temperature. White is the chakasa blood temperature (about 37-38°C). You can see some differences between this an the cat image: the cool spots on the face (secondary thermoorgans), the antennae, and the insides of the ears that are cooler (useful for the primary thermoorgans). Click on the image so see it full size. Image 2004 leonardo maffi, based on a image by Scale.

Gatto domestico negli infrarossi termici, a falsi colori. Qui la temperatura dell'aria è indicata col nero (immagini NASA/IPAC).
Housecat in thermal infrareds, false colours, here air temperature is represented ad black (images NASA/IPAC).
URL: IR ZOO.

Testa del gattino chakasa, particolare di un disegno di Alessio "Scale" Scalerandi.
Chakasa kitten head detail, image by Alessio "Scale" Scalerandi.

Negli IR termici la testa di un chakasa è differente da quella di un gatto, alcuni particolari interessanti:
- le labbra e la bocca sono più grandi;
- gli occhi e le orecchie hanno proporzioni e posizioni differenti;
- ai lati del muso ci sono i termoorgani che in condizioni ottimali possono arrivare ad essere più freddi dell'aria che li circonda grazie al raffreddamento sottostante;
- la fronte, i lati della faccia, e altre parti sono abbastanza fresche (cioè poco visibili negli IR termici) perché coperte di pelliccia isolante;
- il corpo delle antenne che è tiepido ma non molto caldo nonostante non siano copere di pelliccia isolante;
- vista la presenza degli ocelli la punta delle antenne è più calda del resto delle antenne;
- il naso è umido, per cui l'acqua che vi evapora lo raffredda, nonostante sia fatto di pelle non coperta di pelliccia;
- Il bordo delle orecchie è irrorato da un po' di sangue ed è coperto di poca pelliccia, per cui è caldo;
- l'interno dei padiglioni degli orecchi viene mantenuto poco irrorato di sangue, inoltre è coperto di termoisolante, coperto da uno strato termoriflettente, che riflette e focalizza gli IR termici e le microonde verso il termoorgano interno.
- Si noti che la termovista chakasa potrebbe avere una risoluzione spaziale e termica simile a questa (anche se intensità e frequenza degli IR possono venire confuse), ma i chakasa possono vedere questa informazioni termovisive sovrapposte alle normali immagini visive, senza bisogno di falsi colori.

Notes on the chakasa head image in thermal IRs:
- The fur is an insulator;
- On the sides of the muzzle there are thermorgans, that are cooler than the air. Modified facial sinuses allow this;
- The nose is wet, so it's usually cooler than the other nude skin;
- The inside of the ears is cool because it's covered by insulator (and it reflect inside the IRs coming from the outside).

[Torna alle immagini - back to images]