Premiato

di leonardo maffi

Versione 0.4 del 2002 12 18.

Apro lentamente gli occhi, sono in piedi. È tutto bianco, c'è come una nebbia. Dov'è la mia camera? Come mi chiamo? Non ricordo, ho la mente confusa, ma sento che si sta schiarendo.

Mi guardo le mani, sembrano giovani! Dovrei essere vecchio, ma sembro un trentenne! Sono nudo!

"Avanti il prossimo!"

Davanti a me c'è una porta aperta, e un uomo dentro la stanza mi fa segno di entrare. Entro, piano piano mi sta tornando la memoria. Che posto è questo?

"Dove mi trovo?"

"Ufficio ricollocamento anime", dice il tizio seduto all'unica scrivania. È vestito di bianco, e anche il tavolo è tutto bianco...

Già, stavo morendo, ero vecchio... "Sono morto? Questo è il Paradiso?"

"Certo, il suo corpo è morto. Lei si riferisce al Paradiso Cattolico? No, mi dispiace, quello che lei intende per Paradiso non esiste. Gli umani non sono mai riusciti ad immaginarsi come è veramente qui. Questo posto funziona come una via di mezzo tra quello che credono i Buddisti e un Paradiso Cattolico, e anche in altri modi."

"Ma Dio esiste?"

"Mi dispiace, ma al suo livello di avanzamento non posso rivelarle la risposta, e comunque non la capirebbe. Dovrà avanzare ancora molto di grado prima di poter conoscere la verità."

Di quale grado parla? "Lei è un Angelo?"

"Un Cherubino di trentasettesima categoria", sembra che la mia domanda l'abbia irritato leggermente, non volevo degradarlo.

"Ma non dovreste avere-"

"Le ali? Non le abbiamo più dal '400, erano troppo scomode. -- E adesso veniamo a noi. Quale era il suo nome da vivo?"

"Alessio Sgabellandi. Da giovane mi facevo anche chiamare 'Sgabe' di soprannome."

Il Cherubino scartabella dei fogli, "In questo momento le abbiamo dato l'illusione di avere il suo corpo di trentacinquenne, ma come ho detto lei attualmente non ha più un corpo. Bene, bene, vedo che lei durante la vita si è comportato molto bene. Lei era un virtuoso vero? Complimenti."

"Ehm, grazie. Sì, ho sempre cercato di comportarmi nella migliore maniera."

"Lei sta per tornare a vivere e reincarnarsi nell'anno 2402."

"Cosa?"

"Beh, è servito del tempo per sbrigare le pratiche amministrative. Comunque le verrà dato un premio per il comportamento che ha tenuto. Adesso può andare."

Timbra un foglio, "Che tipo di premio?"

"Lei si reincarnerà nel corpo più ambito, un chakasa."

Gulp! "Cosa!? Ma io ero umano, non so neppure come si usano uno dei loro corpi, sono complicatissimi, e zeppi di-"

"Non si preoccupi, alla nascita dimenticherà di essere stato umano, dimenticherà tutto il passato. Inoltre nella sua anima verrà integrato un manuale di centotrenta pagine in modo che lei sappia come usare il suo nuovo corpo."

Se cambio corpo e dimentico tutto il mio passato cosa rimarrà di ciò che ero prima?

"Ma i chakasa sono biologicamente agnostici! Non potrò avere fede nelle anime, nella vostra esistenza o in quella di Dio."

"So che lei conosce la parabola del Buon Samaritano, e in larghe fette del Vangelo si rimprovera ai Farisei e ad altri di essere buoni solo a pregare e fare scena, e non a fare realmente del bene al prossimo. Si può avere un'anima anche se non si ha la fede. Se Dio esistesse sarebbe un tipo più pragmatico di quello che si dice nel vostro Primo Comandamento: tra una persona che crede fermamente in lui e che si 'picchia il petto' tre volte al giorno ma ogni tanto fa del male ad altre persone ad esempio per avidità, e un chakasa agnostico che non sa se Dio esiste oppure no ma che si comporta in maniera virtuosa, Dio se esistesse preferirebbe la seconda persona. Adesso vada. Avanti il prossimo!!"

Tutto si fa confuso, non vedo più nulla...

* * *

Per molto tempo sento delle voci smorzate e dei movimenti, e infine comincio a vedere qualcosa... dove sono? Freddo, sono tutto bagnato... qualcosa di enorme mi sta leccando... Ci sono delle persone, delle voci... Qualcuno mi prende e mi solleva alla luce...

"Che ne pensa Padre?", dice una voce.

"Zampadolce, tuo figlio è bellissimo! Sono commosso! Il parto è stato veramente velocissimo, meno di due minuti in tutto", risponde un'altra voce maschile.

"Benvenuta al mondo piccola", dice quello che mi tiene.

"Ricordo che quando scesi su Sava avevo dubbi sull'esistenza della vostra anima. Quanto ero sciocco! La risposta adesso mi è ovvia", dice la voce maschile.

________________________

"Premiato" (c) 2002 leonardo maffi

[ Vai all'indice ]

Pagina visitata  volte dal 2002 12 17.