ROBOT
RIVISTA DI FANTASCIENZA

7 Indice n. 8 9

Numero 8

Gli astronauti del futuro saranno costretti a vagare per sempre nello spazio, respinti dall'orgogliosa società terrestre? Poul Anderson crede di sì; e la delicata storia d'amore che ci racconta inizia e si chiude nel Ghetto (Ghetto) in cui gli Spaziali sono confinati.

Lino Aldani, invece, suggerisce che un certo tipo d'avvenire sarà identico al presente. Se volete sapere perché, leggete Visita al padre, struggente confessione d'affetto e odio.

Scanzonato, imprevedibile, Ron Goulart, tratteggia bizzarre situazioni nel suo Girasole (Sunflower), cacciando un agente del Corpo dei Camaleonti nei guai più grotteschi.

Warner Ernsting segna l'esordio della fantascienza tedesca sulle nostre pagine. L'essenza del tempo (Wom Wesen der Zeit) è una nuova variazione sul tema del paradosso temporale, condotta con estrema sobrietà.

E chiudiamo in bellezza con James Tiptree jr., uno dei più promettenti autori americani degli ultimi anni. Amaro e sconsolato, Sciolte e scomparse sono ormai le nevi (The Snows Are Melted, the Snows Are Gone) è un racconto sul "dopo catastrofe" che non dimenticherete facilmente.


Home page