ROBOT
RIVISTA DI FANTASCIENZA

27 Indice n. 28-29 30

Numero 28-29

Arriva Superman nello studio dello psichiatra Felix Funck; anzi, ne arrivano a decine, a centinaia, a migliaia: sta scoppiando la sindrome di Nembo Kid! Come e perché lasciatevelo raccontare dallo scanzonato Norman Spinrad in È un uccello, è un aereo... (It's a Bird, It's a Plane!). E abbiamo anche la stravagante invasione di La bomba nella vasca da bagno (The Bomb in the Bathtub), come riferisce Thomas Scortia: una bomba che canta e vuole distruggere il nostro universo.

Con audace salto, via nello spazio e nel tempo: gli zingari del futuro si rifugeranno nella Cittadella delle navi perdute (Citadel of Lost Ships), guidati da Leigh Brackett. Sempre che I mercanti di dolore (The Pain Peddlers) non li abbiano già sterminati, stando alle profezie di Robert Silverberg. E che potrà accadere, allora, al Bambino molle di Gianluigi Zuddas?

Nel catino (In the Bowl) di Venere ci trasporta John Varley, mentre va in cerca dei favolosi gioielli-botto; e in un mondo dove i serpenti hanno straordinarie proprietà terapeutiche si muove Vonda McIntyre, col suo Bruma, erba e sabbia (Of Mist, and Grass, and Sand), premio Nebula 1974.

Per chiudere in bellezza, una romantica storia d'amore materno: il racconto, celeberrimo, è Solo una madre (That Only a Mother), opera di una fra le più raffinate scrittrici americane, Judith Merril.


Home page