MERLINO
di Michael Rio
Instar Libri; pagg. 145; £. 22.000

Ci si può limitare a leggere la storia scritta nel 1989, evidentemente epica nel tema e nello stile, o si possono sfogliare le pagine per soffermarsi sulle illustrazioni e, dizionario dei simboli alla mano, scoprire una narrazione parallela. Certo è che i molteplici piani di lettura, dalla narrazione all'aspetto grafico, sono un felice connubio di modernità e tradizione. Merlino, eremita nella grotta del Bois en val, ci racconta in prima persona la sua epopea dall'età di cinque anni fino al suo attuale isolamento meditativo o forse condanna a ricordare il fallimento del suo volere ordinatore.
Al fondo del libro c'è una piantina della Bretagna e della Gran Bretagna, con indicati i luoghi in cui si svolge la storia. Idea simpatica, che permette di seguire gli spostamenti dei personaggi. Ma anche stimolo a partire, raggiungere il nord della Francia e scoprire che ciò che viene narrato non è poi così lontano dalla realtà. Scoprire che la notte, nei boschi bretoni, sono ancora vive le danze a suon di bombarda e binious.
A.C.