002
URANIA
collezione

WILLIAM GIBSON
NEUROMANTE
MARZO 2003
Il titolo, Neuromante, allude a un doppio gioco di parole, incrocio tra la magia nera del cyberspazio che evoca i fantasmi della mente e un afflato “neo-romantico” di cui il genere non si è mai liberato. Il personaggio di case, cow-boy della rete mercenario – come i suoi illustri precursori sul grande schermo, Jena (“Snake”) Plissken e Rick Deckard -, non è troppo diverso da Philip Marlowe. Il suo disincanto nei confronti del mondo è si congenito e non frutto di lunghe peripezie e disillusioni (Case è un ragazzo di ventiquattro anni), eppure non gli impedisce di mantenere nel modo più assoluto una fortissima connotazione d’umanità, ancorché decadente. Non solo Case è in tutto e per tutto umano e vulnerabile. Non solo è un ex drogato, ex enfant prodige dell’hacking. Non solo, come il buon vecchio Jena, ha in corpo una bomba chimica a orologeria: Case è anche – proprio per tutti questi motivi – quello che potremmo definire un antieroe positivo, un cow-boy solitario…
Dalla prefazione di Wu Ming 4
Per vendetta hanno privato case della capacità di connettersi al cyberspazio, isolandolo nella prigione del suo corpo materiale. Ora qualcuno è disposto a offrirgli un’alternativa, a ricostruirgli le sinapsi bruciate, a patto che Case porti a termine un’ultima missione… Non è una coincidenza che Negromante sia uscito due anni dopo Blade Runner, il film di Ridley Scott che rappresenta il “blues” della nuova fantascienza.
William Gibson
Nato nel 1948, è tra i creatori del CYBERPUNK, il genere letterario che si occupa del futuro tanto prossimo che ormai possiamo riconoscerlo. Ha pubblicato Neuromante (1984), La notte che bruciammo Chrome (1986), Giù nel cyberspazio (1986), Monna Lisa Cyberpunk (1988), Luce virtuale (1995), Aidoru (1999), American Acropolis (2001). Con Bruce Sterling ha scritto La macchina della realtà. Il suo mondo popolato di sofisticatissime reti informatiche, hacker e simulacri elettronici degli esseri umani deriva da un immaginario letterario e cinematografico (Blad Runner) prima ancora che scientifico.
Volume in omaggio con il numero 001
Formato cm. 12,7 X 18
Illustratore di Copertina Franco Brambilla
Traduzione di Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli
002
GLI ILLUSTRI PRECEDENTI
ottobre 1986

TRADUZIONE DI
Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli

EDIZIONE NORD

COLLANA 
Cosmo. Classici della Fantascienza 80

PREZZO Lit. 12.000

ILLUSTRATORE DI COPERTINA Angus McKie

giugno 1991

TRADUZIONE DI
Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli

EDIZIONE NORD

COLLANA Tascabili Fantascienza 1.1

PREZZO Lit. 8.000

ILLUSTRATORE DI COPERTINA Karel Thole

novembre 1993

TRADUZIONE DI
Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli

EDIZIONE NORD

COLLANA Narrativa Nord 36

PREZZO Lit. 22.000

ILLUSTRATORE DI COPERTINA non indicato

gennaio 1999

TRADUZIONE DI
Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli

EDIZIONE NORD

COLLANA I Libri Mito 4

PREZZO Lit. 16.900

ILLUSTRATORE DI COPERTINA non indicato

LE EDIZIONI SUCCESSIVE
maggio 2003

TRADUZIONE DI
Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli

EDIZIONE Arnoldo Mondadori

COLLANA Oscar Classici Moderni 191

PREZZO €. 7,80

ILLUSTRATORE DI COPERTINA
Robert Lostutter

novembre 2004

TRADUZIONE DI
Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli

EDIZIONE NORD

COLLANA Narrativa Nord 200

PREZZO €. 12,00

ILLUSTRATORE DI COPERTINA Ralph Mercer

<< 001
003 >>
Pagina 
Urania Collezione