014
URANIA
collezione


LA CITTA' E LE STELLE
di ARTHUR C. CLARKE
MARZO 2004
L'idea di City and the Stars è di ambizione calcolatamente folle: non si va nel futuro, ma in un tempo così lontano che il futuro della fntascienza ordinaria appare come il passato remoto, verso cui non si deve neanche avere nostalgia. L'uomo, dopo milioni d'anni di battaglie, s'è costruito un mondo artificiale chiuso: è il mondo che si chiama Diaspar, dove non c'è più neanche la morte e non ci sono più bambini, regolato, programmato, custodito da un grande Calcolatore Centrale, costruito dalle intelligenze più alte qualche milione d'anni fa...
Dall’introduzione di Lorenzo Arruga


Diaspar, un'immensa metropoli del futuro. Una superciviltà arrivata all'ultimo stadio dello sviluppo. Un pianeta deserto, ostile, "proibito": è in questo scenario che si muove Alvin, il giovane eroe di questo romanzo che resta fra i più celebri di Clarke. La domanda che lo ossessiona è: come riscoprire l'antico segreto della razza umana? Come uscire dal labirinto sotto vetro e tornare al volo spaziale?
Arthur C. Clarke
Arthur C. Clarke è anto nel 1917 ed è inglese, ma da molti anni risiede a Ceylon. Il suo racconto più celebre è "La sentinella" (1953), da cui Stanley Kubrick ha tratto il film 2001: Odissea nello spazio, poi trasformato in romanzo dallo stesso Clarke (1968). Altri importanti romanzi: Le sabbie di Marte (The Sands of Mars, 1951), La città e le stelle (una cui prima versione risale al 1952 ed è intitolata Against the Fall of Night, mentre la versione definitiva The City and the Stars è del '56), Le guide del tramonto (Childhood's End, 1953), Incontro con Rama (Rendez-vous with Rama, 1973), Terra imperiale (Imperial Earth, 1975), Le fontane del paradiso (Fountains of Paradise, 1979), Luce del passato (Light of Other Days, 2000).
Lorenzo Arruga
Milanese, è stato immerso nel giornalismo trentacinque anni fa, mentre insegnava lettere nei licei e scriveva musiche di scena. Così è diventato critico musicale de "Il Giorno" e poi di e ha fondato e diretto per sedici anni il mensile "Musica viva". Autore di pièces teatrali e di libretti d'opera, regista in luoghi istituzionali e non, si è affermato come musicologo e conversatore al pianoforte per radio e per televisione, tiene lezioni universitarie e scrive libri di cultura. Ma l'ultimo che ha pubblicato è un "giallo" Mondadori, Suite Algérienne.
Prezzo Euro 4,90
Formato cm. 12,7 X 18
Illustratore di Copertina Franco Brambilla (erroneamente indicato Jacopo Bruno)
Traduzione di Ugo Malaguti
014
<< 013
015 >>
Pagina 
Urania Collezione