040
URANIA
COLLEZIONE


LORD KALVAN D'ALTROQUANDO
di H. BEAM PIPER
(Lord Kalvan of Otherwhen fusione dei racconti "Gunpowder God" e "Down Styphon", precedentemente apparsi su rivista, 1965)
MAGGIO 2006
Un anonimo agente della polizia di stato della Pennsylvania, Calvin Morrison, viene scaraventato in una dimensione dove le cose sono andate molto diversamente rispetto alla nostra Terra. Nel giro di poche settimane il signor Morrison è già diventatao Lord Kalvan d'Altroquando e si trova a capo di un esercito per combattere una guerra locale... Ma la sua iniziativa minaccia di distruggere in un colpo solo molti dei presenti alternativi nei quali si divide l'Unica realtà.


PRIMA PUBBLICAZIONE SULLA RIVISTA:  "Analog", novembre 194 e novembre 1965.
PRIMA EDIZIONE IN VOLUME: Ace Books, New York, 1965.
PRIMA EDIZIONE: "Galassia" n. 87, Casa Editrice La Tribuna, Piacenza 1968.
IL GIUDIZIO: "Tra le tante storie sui mondi paralleli, quelle di H. Beam Piper sono giustamente considerate le migliori" (Ugo Malaguti).
H.Beam Piper
H. [forse Henry] Beam Piper (1904-1964) è stato scrittore e detective, mansione svolta per conto dell Ferrovie della Pennsylvania che lo licenziarono verso la metà degli anni Cinquanta. Il suo primo raconto di fantascienza apparve sulla rivista "Astouding" (in seguito ribattezzata "Analog") nel 1947. E' noto per due serie di romanzi: il cosiddetto ciclo della Federazione, una sorta di storia futura della nostra specie che contiene il sub-ciclo indipendente del Piccolo popolo; e la sequenza del Paratempo, sui viaggi nelle dimensioni parallele. Al primo gruppo appartengono romanzi piuttosto noti anche in Italia, come Il piccolo popolo (1962) e I vichinghi dello spazio (1963). Del secondo fanno parte  il presente Lord Kalvan d'Altroquando (1965) e numerosi racconti che pubblicheremo prossimamente su "Urania", in un numero dedicato all'evento. Dopo la scomparsa di Piper, Roland Green e John F. Carr hanno continuato indipendentemente la serie del Paratempo.
Prezzo Euro 4,90
Formato cm. 12,7 X 18
Illustratore di Copertina Franco Brambilla 
Traduzione di  Roberta Rambelli
040
<< 039
041 >>
Pagina 
Urania Collezione