046
URANIA
COLLEZIONE


HEDROCK L'IMMORTALE
di ALFRED E. VAN VOGT
(THE WEAPON MAKERS , 1943)
NOVEMBRE 2006
Mentre infuria l'epico scontro fra l'Impero di Isher e i negozi d'armi, l'immortale Hedrock, che da quattromila anni continua i suoi esperimenti per dare ai propri simili i più grandi benefici della scienza, consegna all'umanità il segreto del motore interstellare. Evento che Innelda, la bella e volitiva imperatrice, è decisa a combattere con tutte le sue forze. Ma perfino la battaglia per un potere smisurato non è tutto: presto l'imperatrice si sentirà attratta proprio dall'uomo che odia, ossessionata dal desiderio di avere un figlio da lui. Una cavalcata fantastica che ha del prodigioso.


PRIMA PUBBLICAZIONE SU RIVISTA:  "Astouding SF",  1943.
PRIMA EDIZIONE IN VOLUME: Hadley, Providence, R.I., 1946.
PRIMA EDIZIONE: "I romanzi di Urania" n. 17, Mondadori, Milano 1953.
IL GIUDIZIO: "Pagine piene di fascino portano il lettore nel mondo misterioso delle stelle in un viaggio straordinario: ma a tutto dà un significato il calore di un'umanità, di una generosità profonda" (Giorgio Monicelli).
Alfred Elton van Vogt
Alfre Elton van Vogt è nato in Canada nel 1912 ed è morto in California nel 2000. Scrittore per ogni genere di pulp magazine ma specializzatosi in fantascienza sul finire degli anni Trenta, ha dato al genere numerosi classici, tra cui: Crociera nell'infinito, Slan (già pubblicato in questa collana, Le armi di Isher e il suo seguito Hedrock l'immortale, Non-A, La guerra contro i Rull, La casa senza tempo, Pianeti da vendere. E' uno dei maggiori rappresentanti della sf tecnologica fiorita sulla rivista di John W. Campbell, "Astouding", anche se il suo perdurante richiamo sui lettori fa perno piuttosto su altre attrattive: i veloci cambi di scena, l'andamento onirico dell'azione e i protagonisti di statura mitica. Al suo Crociera nell'infinito si sono ispirati gli sceneggiatori di Alien, il noto film di Ridley Scott.
Prezzo Euro 4,90
Formato cm. 12,7 X 18
Illustratore di Copertina Franco Brambilla 
Traduzione di  Riccardo Valla
046
<< 045
047 >>
Pagina 
Urania Collezione