"I Romanzi di Urania" n° 27
10 NOVEMBRE 1953

Crociera nell'infinito
di Alfred Elton Van VOGT

LA TRAMA (dalla 2^pagina)
I nostri lettori conoscono ormai A.E. Van Vogt, attraverso le turbinose fantasie dei suoi racconti di fantacsienza, ma questo che presentiamo è forse il migliore dei suoi romanzi. Leggendolo, facciamo parte anche noi della spedizione di scienziati imbarcati sull'astronave Argus, che ha lo scopo di studiare le creature viventi su altre galassie e i loro mondi; conosciamo la ferocia di Coeurl, il felino a cui una civiltà morta ha dato conoscenze  e poteri quasi invincibili; il mondo dei Riim, popolo pacifico di uccelli umanoidi che, cercando di prendere amichevoli contatti con l'astro nave e i suoi occupanti, rischia di provocare un terribile disastro; Ixtl, il mostro metallico di doti quasi soprannaturali e infine Anabis, la creatura primitiva sorta, come la vita stessa sulla Terra, dalle paludi che ricoprivano i pianeti nei tempi della loro infanzia. I lettori troveranno in questo romanzo, infine, i primi elementi di una scienza nuova che gli esseri umani incominciano ora a scoprire: il connettivismo. Questo romanzo aprirà la mente su orizzonti meravigliosi, nuovi e forse non soltanto fantastici, orizzonti che forse i nostri discendenti un giorno raggiungeranno.
IL SOMMARIO 
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "Crociera nell'infinito" (The Voyage of the Space Beagle) di Alfred E. Van Vogt. Traduzione di Sergio Sué.
Pagina 128 (Appendice) 7^ di 7 puntate di "Paura di morire" (Journey into fear) di  Eric Ambler.
Pagina 140 1^ di 3 puntate di "La pistola alata" (Prisoner's base) di Rex Stout.
Pagina 155 Varietà
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 150
Dimensioni Volume
cm. 20 X 14
Illustratore Copertina
Curt CAESAR
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>