"I Romanzi di Urania" n° 140
6 DICEMBRE 1956

Gli uomini del passato
di Jean Gaston VANDEL

LA TRAMA (dalla 2^pagina)
Un gruppo di audaci, quattro uomini e due donne, basandosi sulla teoria di Einstein, partono per un viaggio nello spazio, a velocità della luce, calcolando che al loro ritorno, saranno trascorsi sulla Terra diecimila anni. Per conservare attraverso quei diecimila anni il ricordo della spedizione due altri scienziati, sulla Terra, si sottopongono a lunghi periodi di ibernazione, di modo da rimanere vivi fino al momento in cui i loro compagni ritorneranno. Quando gli uomini del 2000 ritornano sulla Terra, il mondo è ridotto a pochi esseri viventi, riuniti in una grandissima città modello. La città è composta di case ovoidali, tutte uguali, dove vivono le masse - gli Incolti -, e di un'altra città sotterranea, dove vivono i loro padroni e despoti - i Civilizzati - Costoro, per una mutazione, hanno acquistato la facoltà di trasmissione della memoria degli avi. Hanno quindi in sé un'esperienza e una scienza di millenni, in confronto alle masse, e l'adoperano per dominare e per progettare, stanchi di tutto come sono, l'annientamento totale della Terra. Come i pochi superstiti del 2000 - gli Uomini del Passato - lottino contro i Civilizzati per salvare la Terra e l'umanità, è raccontato con vivace, interessante successione di avvenimenti, in questo piacevole romanzo.
 IL SOMMARIO 
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "Gli uomini del passato" (Agonie des Civilisés) di  Jean Gaston VANDEL. Traduzione di Nico Ferrini.
Pagina 120 (Appendice) 13^ di 14 puntate de "Gli inutili" di Lina GERELLI.
Pagina 124 Varietà.
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 130
Dimensioni Volume
cm. 20 X 14
Illustratore Copertina
Curt CAESAR

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>