"URANIA" n° 154
20 GIUGNO 1957

Il 27º giorno
di John MANTLEY

LA TRAMA (dalla 2^pagina)
Non si può negare che l'umanità sia una razza piuttosto turbolenta, assai poco riflessiva, e portata a fare un eccessivo uso dei modi violenti. Come se non ci fosse altro mezzo per risolvere le questioni. Le tappe della storia umana possono venire sintetizzate da un elenco di armi: clava, giavellotto, alabarda, spingarda, colubrina... , giú giú per i secoli sino ai mitragliatori, alla bomba H. E adesso le misteriose terrificanti capsule, dall'apparenza quasi frivola con il loro rivestimento d'oro finemente cesellato, ma capaci di spazzare via ogni traccia di vita umana entro un vasto raggio... Qual è l'energia sviluppata dai minuscoli oggetti mortali? Su quali principi si è basata la scienza extraterrestre per racchiudere nelle piccole scatole il destino della Terra? In questo eccezionale romanzo denso di drammaticità, John Mantley ha trasfuso tutta l'amarezza per l'incerta sorte del mondo, e tutta la speranza per un risveglio dei sentimenti migliori che, nonostante tutto, giacciono sopiti nella maggior parte di noi, a qualunque latitudine si viva. Un romanzo da leggere e da meditare.
IL SOMMARIO 
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "Il 27º giorno" (The Twentyseventh Day) di John MANTLEY. Traduzione di Luigi Candia.
Pagina 121 (Appendice) 14^ di 16 puntate de "Uomini d'altri pianeti" (Men of the other worlds) di Kenneth HEUER.
Pagina 124 Varietà
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 130
Dimensioni Volume
cm. 20 X 14
Illustratore Copertina
Carlo JACONO

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>