"URANIA" n° 162
10 OTTOBRE 1957

I figli della nuvola
di Audie BARR

LA TRAMA (dalla 2^pagina)
L'autore di questo romanzo, un letterato francese, foggia gli slanci piú audaci della propria fantasia, che in certi casi sì potrebbe chiamare sensibilità di cose che vanno oltre i nostri sensi, in uno stile che raggiunge la vera arte. Dopo un rapido sguardo alla civiltà del 2000, l'autore immagina che un immane flagello si abbatta sulla Terra: i microrganismi presenti nell'acqua incominciano a svilupparsi in modo anormale. Le acque di qualsiasi tipo, quella potabile compresa, diventano un ammasso glutinoso in continuo fermento. Questo significa la fìne della vita su tutto il pianeta. Un gruppo di umani riesce, sotto la guida di un uomo nato per il comando, a sfuggire, imbarcandosi su astronavi che varcano gli spazi per la prima volta. Cosí comincia la terribile odissea dei pochi superstiti alla ricerca di un mondo sul quale sia possibile vivere. L'odissea è narrata da un giornalista, ed è la cronaca, cesellata con sottili profonde osservazioni psicologiche, dell'avventura dei gruppo di uomini che cercano un altro pianeta, un'altra Terra. Una cronaca che a tratti dà un senso d'orrore e di sgomento. Dopo molte traversie, i terrestri arrivano su un meraviglioso mondo, popolato da gente meravigliosa e bellissima: il Pianeta per antonomasia. Hanno finalmente trovato una nuova base per riorganizzarsi, sopravvivere, procreare? Tutto sembra andare nel migliore dei modi, nel mi- gliore dei mondi possibili, ma... Questo "ma" lo scoprirà il lettore, dopo aver seguito con ansia e con diletto il lungo viaggio di questi uomini negli spazi infìniti.
 IL SOMMARIO 
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "I figli della nuvola" di Audie BARR. 
Pagina 114 (Appendice) 2^ di 3 puntate de "Il mago in doppiopetto" di Franco ENNA.
Pagina 123 Varietà.
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 150
Dimensioni Volume
cm. 20 X 14
Illustratore Copertina
Carlo Jacono

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>