"URANIA" n° 170
30 GENNAIO 1958

Il vagabondo dello spazio
di Fredric BROWN

LA TRAMA (dalla 2^pagina)
Ecco un originalissimo romanzo di Fredric Brown, l'abile autore che dopo essersi fatto una fama come "giallista", è passato con grande successo alla fantascienza, apportandovi l'intero bagaglio della sua esperienza di scrittore. Niente da stupirsi quindi se le sue preferenze nella scelta dei protagonisti vanno a personaggi che vivono ai margini della legge. Tanto piú se la legge, seguendo la corrente dei tempí, si è a sua volta corrotta come non ci auguriamo davvero che avvenga. In queste condizioni come non provare simpatia per Crag, il bandito, e non approvare il suo disgusto per la società e il suo desiderio di solitudine? Crag non ha amici perché degli amici non si fida. Non ha una donna perché quella che amava lo ha ingannato quando piú lui aveva bisogno di sentirsela vicino. Non ha compagni perché quando gli serviva il loro aiuto essi lo hanno lasciato solo... Ma Crag non è cosí cinico come vuole apparire, ed è molto migliore di quello che sembra. E soprattutto, sotto l'involucro del suo pessimismo che gli serve da protezione, non ha smesso di sperare. Quello che spera Crag lo speriamo, in fondo, un pò tutti. Lui, in fondo, vuole soltanto un mondo che gli piaccia. Un mondo fatto per lui. Su misura. Crag, testardo, sprezzante, cocciuto, ribelle, alla fine la spunta. Sarà cosí anche per noi?
 IL SOMMARIO 
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "Il vagabondo dello spazio" (Rogue in Space) di Fredric BROWN. Traduzione di Mario Galli.
Pagina 109 (Appendice) 2^ di 5 puntate "Le acque di Saturno" (The martian way) di Isaac ASIMOV.
Pagina 123 Varietà.
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 150
Dimensioni Volume
cm. 20 X 14
Illustratore Copertina
Curt CAESAR

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>