"URANIA" n° 236
14 AGOSTO 1960

La stella della vita
di Edmond HAMILTON

LA TRAMA
(dalla 2^pagina)
Kirk Hammond è solo. Solo più di quanto lo sia mai stato nessun altro uomo, e non può far niente. E' stato affidato a una macchina perfettissima, che non doveva sbagliare, che doveva portarlo fra le stelle e poi indietro fra gli uomini. Invece la macchina ha sbagliato. Forse a volte le macchine sbagliano perché sono gli uomini a farle. Cosi adesso Kirk Hammond vive le ultime ore della sua vita in attesa del funerale più solenne che sia mai stato tributato a un essere umano. Tutto il mondo saprà della sua morte tutto il mondo piangerà il primo pioniere dello spazio morto nello spazio. E lui? Forse prima di morire impazzirà. Ma se aprisse quel portello che lo separa dal gelo del vuoto eviterà che il mondo pianga un eroe morto pazzo di paura. Kirk Hammond apre il portello... e pur sapendo con esattezza di essere morto, non muore. Da quel momento Hammond desidererà di non addormentarsi mai perché il sonno gli riporterà infallibilmente l'incubo di aver assistito alla sua morte. E da quel momento Hammond incomincerà veramente la sua nuova vita fra gli uomini che hanno conquistato lo spazio perché uomini come Kirk Hammond sono morti per aprire la strada alla conquista. Ma le stelle ormai non bastano più agli uomini, che adesso cercano di ottenere qualcosa di piú!
IL SOMMARIO 
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "La stella della vita" (The Star of Life) di Edmond HAMILTON. Traduzione di Mario Galli.
Pagina 119 (Appendice) 4^ di 15 puntate de "Gli inibitori di Lessigia" (The uninhibited) di Dan MORGAN.
Pagnia 126 Varietà
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 150
Dimensioni Volume
cm. 20 X 14
Illustratore Copertina
E. TAROLLI

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>