"URANIA" n° 274
28 GENNAIO 1962

La guerra delle macchine
di Lieutenant KIJÉ

LA TRAMA (dalla 2^pagina)
Secondo l'autore sono tre i motivi per cui una civiltà può autodistrugsersi: sete di nuove conquiste, inconscio disgusto di se stessa, esasperazione del progresso. Queste tre condizioni si trovano riunite nel mondo del capitano Morton, un mondo nel quale una paurosa « Eternità » detta legge e distrugge chiunque la ostacoli. Gli uomini di quel mondo sono ridotti alla vita delle formiche: respirano, si muovono, combattono, muoiono nel sottosuolo del pianeta perché la superficie è in mano alle Macchine, prodotto di una società post-atomica, che si sono ribellate all'uomo e che non ne tollerano la presenza sotto il sole. Gli uomini temono anche il sole, perché hanno disimparato a conoscerlo, e lo considerano nemico, come le Macchine. Soltanto Morton trova la forza di ribellarsi alla paura secolare per il sole, le Macchine e l'Eternità. E li sfida, trascinando altri con sé, convinto che per gli uomini sia giunto il momento di tornare a vivere alla superficie del pianeta ché è loro.
 IL SOMMARIO
Pagina     2 Trama del Romanzo
Pagina     3 Romanzo "La guerra delle macchine" (La Guerre des machines) di Lieutenant KIJÉ. Traduzione di Patrizio Dalloro.
Pagina 126 (Appendice) "Il manoscritto" di Peter BRISBIN.
Pagina 130 "Il livello" (Water is for washing) di Robert A. HEINLEIN. Taduzione di Paolo Scognamiglio.
Pagina 138 Varietà.
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 150
Dimensioni Volume
cm. 19 X 13
Illustratore Copertina
Karel THOLE

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>