Torna all'indice dell'altra faccia della spirale


Collana completa:
ALTAIR FANTASCIENZA
8 VOLUMI - EDITRICE IL PICCHIO MILANO
(OTTOBRE 1976 - MAGGIO 1977)
L'editrice Picchio pubblicò a cavallo tra il 1976 ed il 1977, cioè in pieno boom per le pubblicazioni di narrativa FS, questi otto volumetti, gradevoli nella loro veste grafica e conteneneti opere di autori di tutto rilievo. Proprio a proposito degli autori c'è una curiosità: il primo numero della collana presenta un romanzo, "I figli della Galassia", di un sedicente Jack AZIMOV che altri non è che lo pseudonimo di tre autori italiani e più esattamente Antonio Bellomi, Luigi Naviglio e Piero Prosperi, il primo dei quali è anche il direttore responsabile di ALTAIR. Ma anche per questo ALTAIR costituirà un tassello importante nella FS del nostro paese infatti in ogni numero, dopo l'opera principale, generalmente di un importante autore anglosassone, verranno ospitati dei racconti di autori italiani quali Luigi Naviglio, Franco Tamagni, Piero Prosperi, ecc. ecc. 
Altra curiosità è che ALTAIR non cessò le pubblicazioni nel Maggio 1977 ma si trasformò in un'altra testata di fantascienza SPAZIO 2000 che ebbe 19 uscite mensili, dal Giugno 1977 al Dicembre 1978, e che presenteremo nei prossimi mesi in questo sito.
Di seguito riportiamo l'editoriale di Antonio Bellomi, Direttore responsabile e Curatore della collana, apparso nel primo numero di ALTAIR e l'articolo apparso nell'ultimo numero di ALTAIR in cui si annuncia la trasformazione della testata in SPAZIO 2000.
Una nuova rivista di fantascienza oggi deve avere una sua logica particolare se non vuole correre il rischio di ricopiare pedissetaquamente i modelli già esistenti. ALTAIR vuole essere qualcosa di diverso, in un certo senso un ritorno alle origini, quelle origini che hanno affascinato milioni di persone in tutto il mondo e che a poco a poco si sono un po' perse per via.
Vi presenteremo di volta in volta romanzi di autori conosciuti o meno, ma che in ogni caso saranno di ottima leggibilità così che verrà osservato il requisito principale di un'opera letteraria, quello di cocedere a chi legge qualche ora di interessante svago. In appendice presenteremo anche dei racconti, formula questa che sappiamo essere una delle più richieste dal pubblico. In ogni caso vi promettiamo che non troverete mai pagine noiose, ALTAIR sarà una rivista da leggere fino in fondo.
Gli autori che abbiamo in programma sono ancora in parte top-secret, in quanto i contratti editoriali non sono stati ancora perfezionati. Vi assicuriamo comunque che ci saranno delle autentiche sorprese e si rivredranno alcuni nomi molto amati dal pubblico e che da qualche tempo non comparivano più per varie ragioni nel nostro paese.
Il prossimo numero di ALTAIR vi offrirà un autore che quest'anno si è letteralmente imposto al pubblico italiano: Walter Ernsting! Si proprio uno degli autori della serie "Perry Rhodan".
A tutti i lettori, un invito: scriveteci, fateci sapere cosa ne pensate e quali autori preferireste vedere pubblicati. I vostri consigli ci saranno utilissimi per impostare i piani editoriali a lunga scadenza. Con le prime lettere inizieremo anche una rubrica di posta che risponderà a tutti.
A tutti... buona lettura!
a.b.
Altair cambia nome e diventa: SPAZIO 2000 - romanzi di fantascienza -
Cari amici lettori, un annuncio importantissimo. Altair cambia testata, formato e veste grafica. Perchè? ci chiederete. La ragione è semplicissima, ci siamo accorti che il formato quadrotto e la copertina piena erano controproducenti e molti edicolanti esponevano ALTAIR tra le riviste a fumetti, di modo che il lettore di fantascienza che la cercava tra Urania, Robot, Galassia e così via, finiva per non trovarla e rodersi il fegato. Ora questo stato di cose non poteva continuare e ci siamo decisi a ridimensionare drasticamente la grafica della copertina, mantenendo inalterate le sue caratteristiche editorialmente, visto il consenso del pubblico nei riguardi delle nostre scelte.
SPAZIO 2000, questa sarà la nuova testata, continuerà a pubblicare romanzi d'azione dei migliori autori di fantascienza, senza preclsioni geografiche. Il primo numero segnerà il ritorno di un grandissimo autore che da tempo mancava sui periodici di sf...per la precisione...EDMUND HAMILTON col bellissimo e inedito IL FIGLIO DEI DUE MONDI, una storia elettrizzante nella migliore tradizione di questo autore che è stato giustamente definito "il poeta delle galassie" o "il poeta dell'infinito". A questo primo numero seguirà un inedito di Vargo Statten (uno dei migliori romanzi del grande Fearn) e un romanzo scritto in collaborazione da Walter Ernsting e Raymond Z. Gallun... Germania e Stati Uniti unite nella più movimentata storia di science fiction che sia mai stata scritta. La nuova pubblicazione uscirà il 15 di ogni mese e vi offrirà il consueto assortimento di rubriche e racconti.
A tutti gli amici... occhio alla nuova testata!
ALTAIR FANTASCIENZA N°1
Ottobre 1976

I figli della Galassia
di J. AZIMOV

Trama (dalla 4^ di copertina)
"Non vi fu tempo per obbedire: accadde qualcosa. L 'astronave vibrò, le cellule fotoelettriche scattarono, lampeggiarono. I segnali d'allarme squillarono all'unisono e vi furono grida. Il congegno automatico-protettivo della nave reagì immediatamente mentre gli schermi impenetrabili scendevano sugli oblò, sulle feritoie, sulle telecamere esterne, sui congegni di avvistamento, sulle cineprese, avvolgendo l'astronave con un insuperabile sbarramento d'acciaio e campi magnetici. Il pilota automatico reagì riportando la nave
nell'iperspazio, nell'uniforme universo fatto di grigio e di niente."
Un'astronave sfreccia tra i fantastici, fantasmagorici mondi della Galassia alla ricerca dei figli delle stelle, ma non sempre la ricerca è agevole; tra nane bianche, giganti rosse e radiostelle, i pericoli del cosmo sono sempre in agguato e lo scenario multicolore dello spazio nasconde misteri insondabili che devono essere risolti perche il seme
dell'uomo continui a vivere.
     Sommario
Pagina     3 "Altair perché" editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "Una storia fra le stelle" di Jack AZIMOV (pseudonimo di Antonio BELLOMI, Luigi NAVIGLIO e Piero PROSPERI)
Pagina   70 "Il pianeta oscillante" di Jack AZIMOV 
Pagina 115 "Pin-up" di Luigi NAVIGLIO
Pagina 126 Recensioni di libri.
Pagina 127 Premi italiani
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°2
Novembre 1976

I Commandos del Tempo
di Walter ERNSTING

Trama (dalla 4^ di copertina)
"Nello stesso attimo in cui Lester voleva tirare il grilletto, per impedire allo straniero di scappare, questi aveva già messo inaspettatamente in funzione l'attivatore. Ma nello stesso secondo doveva essere ritornato anche l'uomo della pattuglia del tempo.  E anzi, nello stesso posto, dal punto di vista spaziale, dove c'era anche lo straniero. C'é una legge fondamentale della fisica: Dove c'é un corpo, non ce ne può essere un altro. Oppure cambiandola: dove c'é un tempo, non ce ne può essere un altro. Il viso dello straniero si deformò. E mentre i tratti del suo volto si mutavano a vista d'occhio in quelli dell'uomo della pattuglia e le due figure sembravano fondersi in una sola, divampò il primo fulmine".
Da dove sbucano gli uomini del tempo? Qual é la loro missione e quale pericolo rappresentano per la Terra? In questo affascinante romanzo dal complesso intreccio temporale un manipolo scelto lotta disperatamente per evitare una sequenza d'eventi forieri di pericoli. Ma la storia può essere alterata? La risposta ve la darà Walter Ernsting, uno dei più grandi autori di fantascienza d'oggi.
Sommario
Pagina     3 "Il vaso di Pandora " editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "I commandos del tempo" (Befehl aus der Unendlichkeit) di Walter ERNSTING Traduzione di Mariangela Sala.
Pagina 110 "Delirio" di Adalberto CERSOSIMO 
Pagina 118 "Incubo cinese" di Riccardo LEVEGHI
Pagina 125 Profilo d'Autore
Pagina 126 Altair Posta
Pagina 127 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°3
Dicembre 1976

L'arma mutante
di Murray LEINSTER

Trama (dalla 4^ di copertina)
"L'auto di Calhoun discese il lato opposto del ponte. Fece una curva su due ruote. Sfrecciò davanti a due gigantecshi edifici vuoti e giunse a una strada laterale, vi si infilò, giunse ancora a un bivio, prese la strada di sinistra e poco dopo si diresse a destra. Ma le voci continuavano a risuonare nel comunicatore. Uno degli invasori ebbe l'ordine di andare sul ponte più alto dal quale potesse controllare tutte le strade sottostanti. Altri dovevano appostarsi qua e là... e stare in agguato. un gruppo di quattro automobili stava uscendo dall'edificio del magazzino. - Fulminate ogni automobile in movimento. Fulminatela! E fate rapporto, fate rapporto! "
Torno Murray  Leinster il decano della sf. In questo inedito romanzo della serie dell'Astronave medica, Calhoun si trova di fronte a un mortale mistero che rischia di pregiudicare l'intera colonizzazione umana sui pianeti della Galassia. Il flagello imperversa e Calhoun deve agire rapidamente se vuole che il destino di Maris III non si ripeta su scala cosmica.
Sommario
Pagina     3 Editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "L'arma mutante " (The Mutant Weapon) di Murray LEINSTER Traduzione di Abramo Luraschi.
Pagina 106 "Ernesto il robot " (Ernesto, der Ballspieler) di William VOLTZ Traduzione di Mariangela Sala.
Pagina 118 "Notte di Capodanno" di Piero PROSPERI
Pagina 124 Profilo d'Autore
Pagina 125 Altair Posta
Pagina 126 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°4
Gennaio 1977

La leggenda dei Robot
di William VOLTZ

Trama (dalla 4^ di copertina)
"In uno dei racconti un uomo ascolta della musica. Uomo, questo è il nome di quella strana razza di cui parlano gli appunti. Quel pazzo che
ha scritto il manoscritto afferma che siamo stati creati da uomini. Ho trovato gli appunti nell'ultimo corridoio in basso. Erano ben nascosti fra i termosifoni, probabilmente già da tempo, perché erano coperti di polvere. La scrittura è un po' sbiadita. E' stato un puro caso che li abbia trovati, perché generalmente occuparsi di termosifoni non fa parte dei compiti di un robot delle pulizie. Ma dovevo portar via il topo morto che era sotto i tubi. Facendolo, ho trovato il quadernetto. I topi vivono solo nel corridoio più in basso, anche se spargo continuamente il veleno, sembra che non muoiano mai. Si potrebbe credere che escano da nascondigli segreti." 
Un manoscritto trovato da un robot, una storia ormai mitica in cui dall'abisso del passato spunta il nome ormai dimenticato dell'uomo. Un racconto poetico e avvincente scritto da un autore con-siderato uno dei migliori specialisti di racconti robotici. Voltz, un autore nuovo per l'ltalia, che ha scritto un classico di domani.
Sommario
Pagina     3 "Quando l'autore è nuovo" editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "La leggenda dei robot" (Robot-Legende) di William VOLTZ  Traduzione di Mariangela Sala
Pagina 102 "L'attesa" di Mario DE LUIGI (Pseudonimo di Antonio BELLOMI)
Pagina 109 "Io ho visto" di Franco TAMAGNI
Pagina 112 "Pronto servizio" di Luigi NAVIGLIO
Pagina 122 Profilo d'Autore
Pagina 124 Premi Hugo 1976
Pagina 125 Altair Posta
Pagina 127 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°5
Febbraio 1977

Complotto Planetario
di Poul ANDERSON

Trama (dalla 4^ di copertina)
"L'uomo forzò la serratura della scrivania e frugò tra le carte che conteneva. Una o due in codice le mise in tasca, le altre non erano interessanti. Ce ne dovevano essere di più, comunque. Maledizione, quello era il loro quartiere generale regionale! Il suo rivelatore di metalli lo aiutò nell'appartamneto, alla ricerca di casseforti nascoste. Quando esso rivelò una larga massa incastrata nella parete, non si preoccupò di trovare il pulsante che la rimuoveva, ma tagliò la superficie plastica che la nascondeva. L'acciaio luccicò attraverso la parete bruciata e fusa. Era una buona cassaforte e non aveva tempo da perderci sopra. Innestò la spina del suo trapano elettrico e la testa di diamante  fece un piccolo foro nella serratura. Con un ago ipodermico, inserì pochi centimetri cubi di levinite e la fece esplodere con un raggio UHF. La serratura si disgregò in minuscoli frammenti e Donner aperse lo sportello."
Torna Poul Anderson con un serrato romanzo d'azione. Chi è Martin Donner? E come mai ricompare ovunque pur essendo stato ucciso innumerevoli volte? Martin Donner, l'agente delle Nazioni Unite, deve sfuggire alla spietata caccia delle organizzazioni terroristiche che vogliono rovesciare il sistema. La posta è la sua vita... e la libertà della Terra.
Sommario
Pagina     3 "Quando l'autore è nuovo" editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "Complotto planetario" (UN-Man) di Poul ANDERSON Traduzione di Abramo Luraschi
Pagina 104 "Ricciolino" di Luigi NAVIGLIO
Pagina 117 "La ballata dell'ultima città" di Adalberto CERSOSIMO
Pagina 124 Profilo d'Autore
Pagina 125 Altair Posta
Pagina 127 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°6
Marzo 1977

Esodo Cosmico
di Vargo STATTEN

Trama (dalla 4^ di copertina)
"Un'ora dopo la reazione vi fu. Cloud osservò con piacere che l'ago si muoveva lentamente, e più la naviccella avanzava, più l'ago accelerava la spinta, il che dimostrava che egli si trovava dentro la zona gassosa, la quale si faceva man mano più densa. Spostatosi verso il portello, Cloud guardò nello spazio. Sebbene il contatore indicasse che si trovava in piena zona di gas, nulla appariva mutato. La luce delle stelle, di Giove, non era minimamente alterata dalla presenza di gas."
Qual è il mistero del gas afmatino? Chi è Brenda Norcross? Solo Vargo Statten poteva darvi una risposta drammatica e avvincente come è questo romanzo dalle tinte forti e dallo svolgimento serrato. Il mitico nome di Vargo Statten ricompare per la prima volta in Italia dopo anni di assenza, un ritorno che susciterà l'entusiasmo dei suoi innumerevoli vecchi ammiratori come pure quello dei nuovi lettori.
Sommario
Pagina     3 "La riscoperta di un classico" editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "Esodo cosmico" (Cosmic Exodus) di Vargo STATTEN Traduzione di Alda Carrer
Pagina 108 "Scrivo il tuo nome" di Domenico GARELLI
Pagina 114 "Presto, prestissimo" di Franco TAMAGNI
Pagina 119 "L'uomo che fu Vargo Statten" di Philip HARBOTTLE
Pagina 124 Premio Italiano di Fantascienza
Pagina 125 Altair Posta
Pagina 127 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°7
Aprile 1977

Universo Trappola
di Alfred Elton VAN VOGT

Trama (dalla 4^ di copertina)
"Hewitt artigliò con furia i comandi e mise in funzione i freni. La tuta si bloccò come se avesse urtato un muro di mattoni. Si accasciò sul sediolo, respirando a fatica, poi riprese il controllo di se stesso. Pensò intensamente: E' l'effetto della venuta dallo spazio normale nella zona. La prima volta non mi ha racato fastidi avvertibili coi sensi. La seconda volta dev'essersi assommato a quello del primo tentativo. Questa volta... La sua mente si riassettò. Sentiva gli occhi diventargli grandi e rotondi. Con una specie di terrore affascinato, fissò la porta chiusa della camera d'aria. Non era più deformata, ma normale, proprio come doveva essere..."
L'universo si trasforma in una trappola mortale per l'umanità, il punto critico si avvicina... e solo Van Vogt può dipingere un quadro così dettagliato e realistico del tetro futuro che incombe sulla Terra con un romanzo ricco di avventure, suspence e concetti che sfidano l'immaginazione.
Sommario
Pagina     3 "Van Vogt è l'alieno" editoriale di Antonio BELLOMI
Pagina     5 "Universo trappola" (The Twisted Men) di Alfred E. VAN VOGT Traduzione di Giovanni Librando.
Pagina   63 "Invasione... postale" di Luigi NAVIGLIO
Pagina   95 "Oggi + domani = ieri" di Franco TAMAGNI
Pagina 117 "Servomeccanismi" di Piero PROSPERI
Pagina 122 Profilo d'Autore
Pagina 124 Altair Posta
Pagina 127 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
ALTAIR FANTASCIENZA N°8
Maggio 1977

I giganti immortali
di Hugh MAYLON

Trama (dalla 4^ di copertina)
"L'isola era stata raggiunta, e così era iniziata la leggenda diRapa-Nui, o meglio... era continuata! Ma l'atmosfera che sarebbe stata serena, era turbata da qualcosa: da quelle statue. Erano gigantesche, e raffiguravano dei volti. Volti immensi di pietra, dalle occhiaie spente che si fissavano sul mare, laggiù, dove l'azzurro infinito del cielo si univa  all'acqua, donde un giorno erano giunti i Viracochas, i bianchi barbuti venuti da lontano. Opere ciclopiche, ricavate in unici blocchi di pietra... E gli immensi ranoraku misuravano fino a venti metri di altezza ed erano pesanti in media venticinque tonnellate... La mente si perdeva al pensiero dei misteriosi artigiani che avevano eretto quei ciclopi. Più che i templi degli Incas, più che le piramidi... Nulla al mondo era stupefacente quanto quei giganti fissi verso il amre, in attesa forse di qualcosa che giungesse da lontano da un infinito che neppure la fantasia più ardita avrebbe saputo immaginare..."
L'isola di pasqua, l'isola dalle mille leggende nasconde un mistero, forze oscure si stanno scatenando contro la Terra... Ecco un romanzo forte e trascinante scritto da uno dei più abili autori d'oggi.
Sommario
Pagina     3 "Altair cambia nome e diventa  Spazio 2000" editoriale
Pagina     5 "I giganti immortali" di Hugh MAYLON (Pseudonimo di Ugo Malaguti)
Pagina 120 1^ di 3 puntate "La fantasia eroica" di Adalberto CERSOSIMO
                   ***la 2^ e la 3^ puntata appariranno sul 2° e 3° numero di Spazio200
Pagina 124 Profilo d'autore
Pagina 126 Altair Posta
Pagina 126 Altair Libri
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA:
Eddie JONES
FORMATO:
Cm. 12,8 X 17,8
PREZZO:
LIRE 600
Torna all'indice dell'altra faccia della spirale