FANTASCIENZA SOVIETICA
Edizioni FER - Roma
n° 4 - DICEMBRE 1966

Operazione antimateria
di Anatolij DNEPROV

Prezzo di Copertina: Lire 350
Dimensioni cm. 18,2 X 12,5
Illustrazione di copertina di Giulio Italiani
Presentazione (dalla 4^ di copertina)
Da quando il grande fisico inglese Paul Dirac ha affermato che ogni particella elementare corrisponde un'antiparticella, avente una carica  elettrica opposta, l'antimateria è diventata un'ipotesi scientifica pienamente sostenibile. dato che, presumibilmente, la materia e l'antimateria, invece di attrarsi, si respingono, la maggioranza dei fautori di questa ipotesi ritiene che l'antimateria debba essere localizzata nella più lontana periferia del cosmo. Sulla Terra se ne potrebbe ottenere soltanto creandola "ex novo". Se vi si riuscisse, gli effetti sarebbero colossali, poichè la materia e l'antimateria, entrando in contatto, si annullano, trasformandosi in energia. Nel romanzo che pubblichiamo Anatolij Dneprov prevede che fra le grandi forze, che attualmente dividono l'umanità, le une sarebbero interessate all'utilizzazione dell'antimateria come fonte d'energia, le altre alle sue impliazioni militari. Quale potrà essere, nel quadro della lotta di queste due tendenze, il ruolo degli scienziati? Intorno a questo problema si dipana il filo del racconto, che procede col ritmo serrato del giallo d'azione.
SOMMARIO
Pagina   1 "Operazione antimateria" (Goluvoe Carevo, 1963) di Anatolij DNEPROV. Traduzione di Rossana Platone.

 
 
Torna all'indice dell'altra faccia della spirale
FS SOVIETIVA
<<< PRECEDENTE
SUCCESSIVO >>>