FANTAPOCKET n° 21
31 GENNAIO 1978

Adam Link Robot
di Eando BINDER

LA TRAMA (dalla 4^di copertina)
Ho un'aniam? Sono una minaccia per l'umanità? Sono un essere mostruoso o un individuo umano? Questi gli interrogativi che si pone - che ci poniamo - Adam Link, il primo dei grandi Robot della storia della fantascienza moderna. E anche il primo ad essere privo del complesso di Frankenstein, a rovsciare totalmente la tradizione del <<mostro>>. E infine l'ispiratore di tutti i Robot che seguirono e che noi oggi conosciamo. Gli interrogativi che Adam Link rivolge a se stesso a proposito della vita e della morte, il suo modo di conciliare una crisi dopo l'altra, la sua strana esistenza (che lo vede impegnato, tra l'altro, in una feroce lotta per salvare la Terra da una invasione aliena) sono gli affascinanti elementi che si compongono in una narrazione ricca di sorprese e di <<verve>>, e capace di far trascorrere agli appassionati di SF, vecchi e nuovi, piacevoli ore di divertimento.
 IL SOMMARIO
Pagina    V Profilo degli autori: Eando Binder di Federico GOLDERER.
Pagina     1 "Adam Link Robot" (Adam Link Robot, 1965) di Eando BINDER. Traduzione di Laura Brighenti.
Pagina 199 INDICE.
ALTRI DATI
Prezzo Volume
Lire 1.500
Dimensioni Volume
cm. 17,8 X 11,5
Illustratore Copertina
Oliviero Berni

 
Torna all'elenco
<< Precedente
Successiva >>