Supplementi & Co.


  ENCICLOPEDIA DELLA FANTASCIENZA
GLI AUTORI - I LIBRI 
GLI ILLUSTRATORI - I FILM
(SUPPLEMENTO ALLA COLLANA ALTRIMONDI)



Nel Maggio 1986 all'interno dei primi tre numeri della collana Altrimondi, pubblicati in contemporanea, vennero inserite delle cartoline con un tagliando ciascuna, a chi le avesse inviate con i tre tagliandi incollati la Mondadori avrebbe inviato un volume così titolato "Enciclopedia della Fantascienza" di Gianni MONTANARI (allora curatore anche di Urania e di tutti gli spin-off della collana madre).
Come recita il sottotitolo, questa Enciclopedia, cerca di catalogare e documentare tutti i maggiori Autori, Libri, Illustratori e Film del mondo fantascientifico.
Per rendere meglio l'idea riportiamo di seguito, la presentazione delllo stesso MONTANARI:
"Le enciclopedie, di solito, nascono con l'intenzione dichiarata di fornire un panorama più o meno completo del campo d'indagine prescelto, e si fanno un punto d'onore di essere quanto più possibile esaurienti. L'enciclopedia che avete fra le mani, invece, confessa fin da ora di non essere affatto esaustiva, di non contenere tutto lo scibile umano disponibile sulla fantascienza. Perché una simile confessione? Per il semplice motivo che è la pura verità.
A compilare enciclopedie della fantascienza si sono già cimentati in parecchi (anche se non in Italia), soprattutto americani e inglesi, e nonostante la mole dei rispettivi risultati sono sempre stati notati difetti e omissioni, specialmente per quanto riguardava certi autori e certe fantascienze nazionali che esulavano dal raggio d'azione della lingua inglese. Volendo offrire una visione esauriente del settore più conosciuto dai compilatori, si correva inevitabilmente il rischio di perdere di vista il quadro d'insieme della fantascienza (che pur essendo nella sua forma moderna un prodotto all'origine americano ha ormai da decenni pieno diritto di cittadinanza in tutto il mondo) e di compilare così una voluminosa raccolta di dati riguardanti un solo settore e indirizzata prevalentemente a un pubblico specializzato.
Ciò che invece si propone questa enciclopedia, pur nella sua mole ridotta se paragonata magari a prodotti d'oltreoceano o d'oltremanica, è di offrire a qualsiasi tipo di lettori un'introduzione agile e -perché no? - critica al complesso mondo della fantascienza così come è presente oggi in Italia, quindi con la presenza dominante degli autori angloamericani ma senza scordare altre presenze, cogliendo i tratti essenziali (nella narrativa, nell'illustrazione e nel cinema) di un fenomeno che ormai interessa la nostra cultura da più di trent'anni. Trent'anni possono sembrare molti, ma sono soltanto una prima giovinezza a confronto della vera età della fantascienza. Infatti, la «science fiction» (o sf, come spesso la troverete abbreviata nelle pagine che seguono) è stata presentata ai lettori nella sua identità moderna sessant'anni or sono, per l'esattezza a New York nell'aprile 1926, grazie a Hugo Gernsback e alla sua prima rivista specializzata, Amazing Stories. In Italia, a farla conoscere e apprezzare al grande pubblico fu proprio Mondadori con I romanzi di Urania, testata apparsa nelle edicole il 10 ottobre 1952, mentre a creare quel neologismo oggi tanto comune, «fantascienza», fu proprio il suo primo curatore, Giorgio Monicelli. Come dire, insomma, che alla Mondadori la fantascienza è di casa, o meglio, ha stabilito da trent'anni e più un domicilio preferenziale.
La riprova è data da questa enciclopedia, la prima che un editore specializzato italiano offra non solo ai suoi lettori abituali ma anche a quelli che forse si stanno avvicinando al genere attraverso una nuova presenza in libreria, la collana Altri Mondi. A comporla sono stati chiamati alcuni dei maggiori esperti italiani del settore, persone che da anni lavorano in fantascienza nelle vesti di curatori, critici, narratori, illustratori e traduttori. La loro non è stata una collaborazione sui generis, generica e generale, ma riservata ai temi e agli autori che meglio conoscevano. E il risultato non è una mastodontica elencazione di nomi e date, ma un'analisi dall'interno di ogni singolo nome e tema prescelto, un compendio ideale per ogni voce qui compresa. Un risultato che non include, per esempio, voci destinate a H. G. Wells o Jules Verne, che pur essendo fra i padri ispiratori della fantascienza moderna spesso hanno ben poco in comune con quanto i loro discendenti hanno dimostrato di prediligere, ma che include la voce Italia, unica fantascienza nazionale esaminata nel suo complesso (per ovviare alla mancanza di tante voci di autori italiani che meriterebbero spazio, se soltanto il mercato av esse loro concesso pubblicazioni adeguate). Per quanto riguarda la bibliografia di ogni autore, non si è tentato di essere pignolescamente esaustivi ma bensì di fornire indicazioni "consigliate" ai fini di una migliore conoscenza dello scrittore. Mentre per altre omissioni (H.P. Lovecraft in particolare). ci si e attenuti al forse discutibile ma reale principio di distinzione fra fantascienza. fantasy e horror. Tre campi distinti, benché sia possibile trovare oggi produzioni ibride (e la voce Fantasy lo sottolinea, come pure quelle di molti autori attivi tanto in sf quanto nella fantasy), e in questa sede si è preferito concentrare l'attenzione sul filone della «science fiction». Anche perché tutto sommato, non è detto che in futuro non si possa trattare di ciò che oggi esula dai nostri confini in altra sede.
Gianni Montanari



 
Vai all'indice dei supplementi
Se qualcuno avesse del materiale interessante da pubblicare su questa pagina può mettersi in contatto con me tramite e-mail.
Grazie per la collaborazione.