Tex Gigante II Serie (la serie attuale)

 

 

 

(nella foto il numero 1 in prima edizione)

 


 

 

La particolarità dal punto di vista bibliografico e collezionistico di questa serie è data dalla svariate ristampe che l’editore realizzò per far fronte alle tantissime richieste di arretrati, da non confondere con gli albi appartenenti alla collana “Tex Tre Stelle” facilmente riconoscibile per le tre stelle presenti sulla costola dell’albo o le più recenti “Tutto Tex” e “Tex Nuova Ristampa”. Queste sono le uniche collane, tuttora edite, che ristampano in ordine cronologico gli albi della serie gigante utilizzando una propria veste grafica e una propria denominazione di collana. Le ristampe che prenderemo in analisi sono invece dettate da esigenze di mercato, può quindi capitare che un albo sia stato ristampato più volte di un altro perché maggiormente richiesto al servizio arretrati. Tali ristampe non riportavano in alcun modo una data che li distinguesse dalla prima edizione ma venivano di volta in volta modificate graficamente nella scelta delle pubblicità in terza e quarta di copertina per far fronte alle esigenze commerciali del momento. Esistono altri particolari che servono alla distinzione delle varie edizioni come le date delle testatine o alcune scritte a fine storia ma di questo parlerò più avanti nel dettaglio.

Il particolare più interessante è dato dalle cosiddette censure che l’editore ha applicato alle vignette e ai testi durante le varie edizioni.

A tutti gli effetti questa serie di Tex nasce nel 1958 come ulteriore ristampa strettamente cronologica delle strisce per proseguire con le storie inedite da pagina 69 del numero 96.

I primi 14 albi in prima edizione riportano fedelmente le vignette così come erano in origine nel formato striscia (salvo una eccezione nel primo numero). Nelle successive edizioni, pubblicate a distanza di pochi anni o addirittura pochi mesi, l’editore effettuò una sorta di autocensura per evitare di attirare le ira dei benpensanti dell'epoca, andando a modificare alcune vignette (testi con imprecazioni meno violente o crude, personaggi femminili più "vestiti"). Esistono quindi, per i primi 14 numeri di Tex, la versione "non censurata" (ante-modifica alle vignette) e la versione “censurata”. Di ciascuna di queste due versioni esistono diverse edizioni; ovviamente la versione "non censurata" è estremamente più rara, e quindi anche più costosa dal punto di vista collezionistico. A partire dal n. 15 invece l’auto-censura appare già nelle prime edizioni. Dal punto di vista collezionistico sono interessanti tutte le varie edizioni poiché ognuna è considerabile  un albo “inedito” sia per i contenuti (vignette e testi di volta in volta modificati) che per l’impostazione grafica (pubblicità di altre collane, slogan differenti). E’ per questo che nel sito di UraniaMania oltre alla catalogazione della serie con gli albi in prima edizione troverete anche tutte le successive edizioni suddivise per tipologia di ristampa.

 

Vediamo ora di riassumere le caratteristiche prese in esame per distinguere ogni albo dalle edizioni successive.

 

 


 

 

Come distinguere le varie edizioni

 

 

 

Prezzo di copertina

I primi 116 numeri in prima edizione riportano il prezzo di L. 200. Qualsiasi albo con un prezzo differente appartiene ad una edizione stampata in un periodo quando il prezzo degli albi era già stato aumentato.

La tabella di seguito riportata indica esattamente le varie fasce di prezzo e il periodo nel quale venivano applicate:

 

 

Prezzo

Dal nr al nr

DATA INIZIO

DATA FINE

Lire 200

1/116

Novembre 1958

Giugno 1970

Lire 250

117/160

Luglio 1970

Febbraio 1974

Lire 300

161/167

Marzo 1974

Settembre 1974

Lire 350

168/202

Ottobre 1974

Agosto 1977

Lire 400

203/218

Settembre 1977

Dicembre 1978

Lire 500

219/236

Gennaio 1979

Giugno 1980

Lire 600

237/247

Luglio 1980

Maggio 1981

Lire 700

248/260

Giugno 1981

Giugno 1982

Lire 800

261/272

Luglio 1982

Giugno 1983

Lire 900

273/276

Luglio 1983

Ottobre 1983

Lire 1000

277/294

Novembre 1983

Aprile 1985

 

 

La prima verifica da effettuare è quindi legata al prezzo di copertina. Se ad esempio avete un albo tra i primi 116 numeri prezzato 300 Lire sicuramente è una ristampa pubblicata in un periodo tra il marzo e il settembre del 1974.


 

 

 

Spille

La seconda verifica riguarda il tipo di rilegatura. I primi 43 albi sono costituiti da una serie di fascicoli tenuti assieme da due punti di spillatrice (e da qui la dicitura "spillato"), sui quali viene incollata la copertina. I successivi sono "brossurati" come quelli attualmente in edicola. A secondo del quantitativo di colla impiegato le spille possono talvolta risultare non visibili ma comunque identificabili al tatto.

 

 

(nella foto le classiche “spille”, quando non sono visibili sono comunque individuabili al tatto)

 

 

 

Dicevo che i primi 43 numeri devono assolutamente essere spillati, viceversa siamo in presenza di una sicura ristampa pubblicata successivamente al giugno 1964, data del numero 44 primo albo non spillato.

In realtà le intenzioni della casa editrice erano di spillare gli albi fino al numero 50 ma fu poi abbandonata l’idea. Esiste comunque il numero 44 in versione spillata poiché probabilmente fu proprio con questo numero che la tipografia provò per la prima volta la rilegatura in brossura e stampò l’albo in entrambi i modi per verificare il risultato e confrontarli. La tiratura del numero 44 spillato fu veramente bassa e venne distribuito solamente in alcune edicole di Milano e dintorni. Esistono anche il 45 e il 46 spillati che però non furono mai immessi sul mercato. Questi tre albi sarebbero quindi delle anomalie rispetto alla normale attività editoriale e distributiva e vanno quindi considerati come pezzi pregiati fuori collezione.

 


 
 
Autorizzazioni

Anche l’autorizzazione ministeriale riportata in seconda copertina è un fattore di identificazione delle varie edizioni. L’autorizzazione nel corso del tempo è infatti variata e, analogamente al prezzo di copertina, permette di individuare il periodo nel quale è stato stampato l’albo.

 

 

 

 

(nelle foto le tre diverse autorizzazioni)

 

 

Autorizzazione

Dal nr al nr

DATA INIZIO

DATA FINE

478

1/22

Novembre 1958

Maggio 1962

5926

23/27

Giugno 1962

Ottobre 1962

2926

28/160

Novembre 1962

Febbraio 1974

 

 

Può capitare quindi di avere tra le mani un albo prezzato Lire 200, spillato ma con una autorizzazione differente da quelle indicate. In questo caso si è in possesso di una edizione successiva a quella originale.

 

 

 

Censure

Verificato il prezzo corretto, la presenza delle spille e la giusta autorizzazione ministeriale bisogna procedere, per i primi 14 numeri, alla verifica delle censure. Bisogna porre attenzione al fatto che ogni albo è stato corretto e riveduto in più vignette e in modo progressivo durante le varie ristampe. Può quindi capitare di avere un albo con alcune vignette rimaste incensurate e altre invece già censurate. Per essere sicuri di avere una edizione completamente non censurata bisogna verificare una precisa vignetta per ogni albo come riportato nella scheda a parte. Solo in questo modo, verificando cioè quella che è conosciuta come la prima censura applicata all’albo possiamo definire con certezza la sua edizione. Ricordiamo che questa verifica è applicabile solo ai primi 14 albi, poiché a partire dal numero 15 l’editore già nelle prime edizioni apportava la censura alle vignette rispetto alle strisci e originarie.


 

 

 

Pubblicità

Altro elemento di distinzione delle edizioni è dato dalle pubblicità in terza e in quarta di copertina. Anche in questo caso come accaduto per il prezzo di copertina, l’editore approfittava della ristampa di un albo per pubblicizzare la collana del momento. Quindi lo stesso albo in versione non censurata oppure censurata può esistere con una diversa pubblicità. Anche in questo caso le varie edizioni sono cronologicamente individuabili dallo studio delle pubblicazioni dell’epoca. Ad esempio le prime edizioni pubblicizzavano la collana Ragazzo del Far West e solo successivamente Il Piccolo Ranger. Le medesime pubblicità sono oltretutto accompagnate da uno slogan che recita “100 pagine 50 lire!” successivamente modificato togliendo lo strillo “100 pagine” essendo cambiato il formato degli albi pubblicizzati. Più sotto trovate le immagini delle retrocopertine originali dei primi 36 numeri. Dal numero 37 la retrocopertina riporta in genere la pubblicità del numero successivo. Per i numeri non spillati diventa importante verificare la pubblicità in 3ª di copertina, le ristampe infatti riportano Piccolo Ranger anziché Furio Almirante ed è l’unico modo per distinguere l’edizione di un albo dal Lire 200. Bisogna quindi fare attenzione ai particolari per tutti gli albi da Lire 200, cioè i primi 116, seguendo lo schema che troverete a parte.

Esistono inoltre due ristampe da Lire 200 identiche in tutto tranne la 4ª di copertina. In una compare una edicola piccola nell’altra l’edicola è grande. Parliamo comunque di un particolare che distingue due serie di ristampe e non albi in prima edizione.

 

 

 

   

 

(a sinistra l’edicola piccola delle prime ristampe, a destra l’edicola grande di quelle successive)
 

                               

 

(retrocopertina originale per i nr 1-12)                             (retrocopertina originale per i nr 29-30)

 

                               

 

(retrocopertina originale per i nr 17-24)                            (retrocopertina originale per i nr 25-28,34,36)

 

                               

 

(retrocopertina originale per i nr 13-16)                            (retrocopertina originale per i nr 31-33,35)

 

Lo slogan “Nel bellissimo albo”

I primi sei numeri “non censurati” della serie sono caratterizzati dalla pubblicità in terza di copertina della collana “Avventure del West”. Tutti i sei albi esistono in doppia versione con l’unica differenza evidente nello slogan che accompagna questa pubblicità che cambia da “Nel bellissimo albo” a “Leggete”.

 

 

 

(nelle foto le varianti di pubblicità rinvenibili in terza di copertina dei primi 6 numeri)

 

Per tanto tempo si è considerata la prima edizione quella riportante lo slogan “Nel bellissimo albo” e l’altra una ristampa. Più recentemente è stato invece accertato, grazie allo studio di collezioni composte da albi acquistati all’epoca, che entrambe le edizioni furono immesse sul mercato in contemporanea oppure a distanze di poche settimane. Vengono quindi considerate entrambe delle varianti prima edizione. Una nota riguarda il n.4 “L’eroe del Messico” con lo slogan “Nel bellissimo albo”: si ha la certezza che ne siano state stampate o messe in circolazione pochissime copie. E’ veramente un albo estremamente raro e diverse copie rinvenute nel mercato collezionistico sono risultate dei falsi. Consiglio di evitare l’acquisto di tale versione.

Per la cronaca anche le versioni “censurate” di questi primi 6 albi esistono in doppia versione, questo perché in fase di ristampa furono riutilizzate le copertine originarie probabilmente giacenti nei magazzini.

 

Le testatine

Cosa si intende per testatine: come già spiegato questa collana ripropone per i primi 96 numeri tutte le originarie strisci e di Tex. Ogni albo a striscia era realizzato da 32 pagine ognuna delle quali composta  da due o tre vignette. La prima vignetta di ogni albo a striscia riportava il titolo dell’episodio, un riassunto del precedente e una data di copyright.

Nella realizzazione dei Tex Serie Gigante II Serie talvolta queste vignette introduttive sono state riportate come erano in origine mentre altre volte sono state volutamente omesse. Ancora una volta esistono edizioni che differiscono per un ritocco della data di copyright di queste vignette chiamate appunto “testatine” essendo la testata iniziale di ogni racconto. Il motivo della cancellazione della data di copyright è dovuto all’intenzione di non creare un anacronismo tra la data di pubblicazione dell’albo della nuova serie gigante e la data originaria di realizzazione della striscia.

 

        

 

(testatina tratta dal numero 8 della serie gigante: a sinistra la prima edizione, a destra una successiva)

 

 

La scritta “continua”

Altro particolare che distingue le diverse edizioni dello stesso numero è la presenza della scritta “continua” al termine dell’albo. La scritta compare per la prima volta nei numeri 23,24,25,26 anche se in realtà si riferisce al racconto “I tre marines”, personaggi riempitivi utilizzati solamente in questi albi per poter raggiungere il numero corretto di pagine. La scritta “continua” la troviamo nuovamente nell’albo spillato numero 43 e nei seguenti fino al numero 74 compreso. Gli albi dal numero 44 al numero 74 esistono anche nella versione senza la scritta “continua”. Anche in questo caso per diversi anni erroneamente si sono considerati tutti gli albi con la scritta “continua” come prima edizione e quelli senza come ristampa basandosi sul fatto che il 43 la riporta. In realtà per i numeri da 49 al 74 senza la scritta “continua”  si tratta di un “allungo di tiratura” realizzata probabilmente nel gennaio 1967 per reintegrare gli esauriti, mentre i numeri dal 44 al 48 per essere prima edizione non devono avere questa scritta. Tale teoria è supportata anche dal fatto che il difficilissimo 44 spillato non riporta alcuna scritta e quindi la prima edizione per questi albi è quella senza la scritta “continua”. A dire il vero i numeri dal 44 al 48 con la scritta “continua” sono più difficili da reperire ma questo proprio perché si tratta degli ultimi numeri ristampati con una tiratura inferiore alla prima edizione.

Riassumendo: prima edizione dal 44 al 48 senza scritta, dal 49 al 74 con scritta “continua”. Viceversa trattasi di una ristampa.

 

 

           

(dal 44 al 48: in alto la prima edizione, in basso la seconda edizione con la scritta “continua”)

 

 

La “splash page”

La splash page è la prima pagina che si trova all’interno dell’albo, solitamente è composta da un frontespizio raffigurante i personaggi della storia e con il titolo dell’albo.

Questa pagina è apparsa per la prima volta nell’albo n.47 riportando unicamente il titolo della storia. Nei numeri 61 e 62 è stata aggiunta la scritta “testo di g.l.bonelli” in caratteri piccoli. Dal numero 63 la scritta è la medesima ma con un carattere più grande. Ancora una volta può capitare di trovare un albo apparentemente originale con una splash page non conforme a quanto sopra. Nuovamente si tratterà di una ristampa.

 

 

 

(dal 47 al 60 senza scritta)                    (61 e 62 scritta piccola)                         (dal 63 scritta grande)

 

 

 

Marchio “Garanzia Morale”

Questo marchio che dagli inizi degli anni ’60 comparve su numerose testate come garanzia di contenuti adatti ai ragazzi è presente nei Tex prima edizione in copertina dal numero 24 al numero 32 e in 2ª di copertina dal numero 33 al numero 84. Verificare quindi la sua presenza per essere certi dell’edizione.

 

 

 


 

Date

E arriviamo all’ultimo ma non meno importante particolare da analizzare. In realtà la data non è così fondamentale per riconoscere le prime edizioni essendo sufficienti i dati sopra descritti.

La data è utile solo per riconoscere certe ristampe dalle altre ma non per individuare la prima edizione.

Ma andiamo per ordine.

I primi numeri in edizione originale non riportano alcuna data ne periodicità e anche le prime ristampe mantengono inalterato questo particolare.

 

 

Periodicità

Dal nr al nr

DATA INIZIO

DATA FINE

Non indicata

1/22

Non indicata

Non indicata

bimestrale

23/30

Giugno 1962

Marzo 1963

mensile

31

Maggio 1963

Ad oggi

 

Come dicevano anche le prime ristampe, per intenderci quelle ancora con l’autorizzazione 478, oppure quelle 2926 con le pubblicità originarie sul retro mantengono ancora questa datazione.

Solamente con l’introduzione della collana “Tex Tre Stelle”, la prima collana ufficiale che ristampa dal primo numero tutti gli albi, è stato deciso di introdurre una nuova datazione. Di questa collana tratteremo più avanti ma per proseguire il discorso iniziato sulle date bisogna sapere che il primo albo riporta la data Marzo 1964 e ha una periodicità mensile. Dico questo perché esistono delle ristampe da 200 Lire che si basano su questa collana come datazione ma senza riportare sulla costa le caratteristiche stelle e quindi di primo acchito possono sembrare basate sulla prima edizione. Di seguito trovate un elenco, riportante per i primi 116 albi la data originaria e quella della collana “Tex Tre Stelle”.

 

 

Nr.

data prima edizione
e ristampe basate
su questa edizione

data "Tex Tre Stelle"
e ristampe basate
su questa edizione

1

senza data

marzo 1964

2

senza data

aprile 1964

3

senza data

maggio 1964

4

senza data

giugno 1964

5

senza data

luglio 1964

6

senza data

agosto 1964

7

senza data

settembre 1964

8

senza data

ottobre 1964

9

senza data

novembre 1964

10

senza data

dicembre 1964

11

senza data

gennaio 1965

12

senza data

febbraio 1965

13

senza data

marzo 1965

14

senza data

aprile 1965

15

senza data

maggio 1965

16

senza data

giugno 1965

17

senza data

luglio 1965

18

senza data

agosto 1965

19

senza data

settembre 1965

20

senza data

ottobre 1965

21

senza data

novembre 1965

22

senza data

dicembre 1965

23

giugno 1962

gennaio 1966

24

luglio 1962

febbraio 1966

25

agosto-settembre 1962

marzo 1966

26

settembre-ottobre 1962

aprile 1966

27

ottobre-novembre 1962

maggio 1966

28

novembre-dicembre 1962

giugno 1966

29

gennaio-febbraio 1963

luglio 1966

30

marzo-aprile 1963

agosto 1966

31

maggio 1963

settembre 1966

32

giugno 1963

ottobre 1966

33

luglio 1963

novembre 1966

34

agosto 1963

dicembre 1966

35

settembre 1963

gennaio 1967

36

ottobre 1963

febbraio 1967

37

novembre 1963

marzo 1967

38

dicembre 1963

aprile 1967

39

gennaio 1964

maggio 1967

40

febbraio 1964

giugno 1967

41

marzo 1964

luglio 1967

42

aprile 1964

agosto 1967

43

maggio 1964

settembre 1967

44

giugno 1964

ottobre 1967

45

luglio 1964

novembre 1967

46

agosto 1964

dicembre 1967

47

settembre 1964

gennaio 1968

48

ottobre 1964

febbraio 1968

49

novembre 1964

marzo 1968

50

dicembre 1964

aprile 1968

51

gennaio 1965

maggio 1968

52

febbraio 1965

giugno 1968

53

marzo 1965

luglio 1968

54

aprile 1965

agosto 1968

55

maggio 1965

settembre 1968

56

giugno 1965

ottobre 1968

57

luglio 1965

novembre 1968

58

agosto 1965

dicembre 1968

59

settembre 1965

gennaio 1969

60

ottobre 1965

febbraio 1969

61

novembre 1965

marzo 1969

62

dicembre 1965

aprile 1969

63

gennaio 1966

maggio 1969

64

febbraio 1966

giugno 1969

65

marzo 1966

luglio 1969

66

aprile 1966

agosto 1969

67

maggio 1966

settembre 1969

68

giugno 1966

ottobre 1969

69

luglio 1966

novembre 1969

70

agosto 1966

dicembre 1969

71

settembre 1966

gennaio 1970

72

ottobre 1966

febbraio 1970

73

novembre 1966

marzo 1970

74

dicembre 1966

aprile 1970

75

gennaio 1967

maggio 1970

76

febbraio 1967

giugno 1970

77

marzo 1967

luglio 1970

78

aprile 1967

agosto 1970

79

maggio 1967

settembre 1970

80

giugno 1967

ottobre 1970

81

luglio 1967

novembre 1970

82

agosto 1967

dicembre 1970

83

settembre 1967

gennaio 1971

84

ottobre 1967

febbraio 1971

85

novembre 1967

marzo 1971

86

dicembre 1967

aprile 1971

87

gennaio 1968

maggio 1971

88

febbraio 1968

giugno 1971

89

marzo 1968

luglio 1971

90

aprile 1968

agosto 1971

91

maggio 1968

settembre 1971

92

giugno 1968

ottobre 1971

93

luglio 1968

novembre 1971

94

agosto 1968

dicembre 1971

95

settembre 1968

gennaio 1972

96

ottobre 1968

febbraio 1972

97

novembre 1968

marzo 1972

98

dicembre 1968

aprile 1972

99

gennaio 1969

maggio 1972

100

febbraio 1969

giugno 1972

101

marzo 1969

luglio 1972

102

aprile 1969

agosto 1972

103

maggio 1969

settembre 1972

104

giugno 1969

ottobre 1972

105

luglio 1969

novembre 1972

106

agosto 1969

dicembre 1972

107

settembre 1969

gennaio 1973

108

ottobre 1969

febbraio 1973

109

novembre 1969

marzo 1973

110

dicembre 1969

aprile 1973

111

gennaio 1970

maggio 1973

112

febbraio 1970

giugno 1973

113

marzo 1970

luglio 1973

114

aprile 1970

agosto 1973

115

maggio 1970

settembre 1973

116

giugno 1970

ottobre 1973

 

Ma quante ristampe esistono?

Tante veramente tante!

Con l’autorizzazione 478 troviamo i primi 22 albi originali, poi quelli ancora non censurati ma con pubblicità o testatine differenti dalla prima edizione, ed infine le edizioni censurate. Considerate inoltre che all’interno di ogni ristampa lo stesso albo può esistere in diverse edizioni a causa della pubblicità. Diciamo quindi che esistono una prima edizione 478 e due ristampe (una censurata e una non censurata) con diverse varianti.

Con l’autorizzazione 5926 esistono gli albi originali dal 23 al 27 e due albi, il 23 e 24, ristampati con un cambio di pubblicità. In questo caso esiste una prima edizione 5926 ed una sola ristampa.

Con l’autorizzazione 2926 esistono gli originali dal 28 in poi ed una serie di ristampe a partire nuovamente dal primo numero. Vediamole nel dettaglio.

 

La prima ristampa 2926 da Lire 200

Graficamente molto simile agli originali riporta per i primi 27 numeri le spille ma pare esistano anche i numeri 28,29,30 spillati confondibili con gli originali ad eccezione della pubblicità in quarta di copertina con Zagor Striscia al posto del Piccolo Ranger e del Ragazzo nel Far West. Come gli originali è senza data e ricalca l’edizione 478 censurata per i primi 14 numeri e la prima edizione 478 per i successivi a parte la mancanza di date nelle testatine. Dovrebbe proseguire fino al numero 50, di questa ristampa fanno parte i famosi numeri 44/48 con continua tanto spesso confusi con gli originali.

 

La seconda ristampa 2926 (Tex Tre Stelle)

E’ la prima ristampa ufficiale. Finalmente viene differenziata dalla collana originale per una diversa grafica (le tre stelle sulla costa) e per una nuova datazione (si veda lo schema sopra riportato).

Anche questa collana ha una ristampa molto simile (la quarta ristampa 2926). Per essere sicuri di possedere la prima edizione dei Tex Tre Stelle bisogna verificare queste due particolarità: il marchio di Garanzia Morale deve essere presente per i primi 44 numeri e i primi 3 albi sono spillati (esiste anche il numero 4 spillato, essendo stato stampato in concomitanza e con le stesse modalità del 44 della serie originale). I primi 3 numeri sono stati ristampati sempre con il marchio di Garanzia Morale ma senza le spille. Si tratta di una seconda tiratura effettuata a pochissimi mesi di distanza dalla prima.

 

La terza ristampa 2926 da Lire 200

Ristampa i primi 60 numeri. Dal numero 1 al 14 è identica alla prima ristampa 2926 salvo la mancanza delle spille. Dal numero 15 al 43 è identica alla prima ristampa 2926 tranne spille e cambio di 4ª copertina in qualche albo. Dal numero 44 al 60 è identica agli originali sostituendo Furio Almirante con Piccolo Ranger in 3ª copertina. Fate attenzione perché è molto semplice confondere l’ultimo blocco di numeri con gli originali.

 

La quarta ristampa 2926 (Ristampa della collana Tex Tre Stelle)

Identica alla seconda ristampa 2926 ma stavolta senza il marchio di Garanzia Morale e ovviamente le spille per i primi 3 numeri. Purtroppo non si sa fino a che numero sia durata.

 

La quinta ristampa 2926 da Lire 200

Come grafica e datazione si basa sulla collana Tex Tre Stelle ma non riporta le stelle sulla costa. E’ caratterizzata dalla edicola piccola in 4ª di copertina e dalla diffusione Milanese in Via Boschetti. Non si sa fino a che numero sia durata.

 

La sesta ristampa 2926 da Lire 200

Identica alla quinta ristampa è caratterizzata dalla edicola grande in 4ª di copertina e dalla diffusione Milanese in Via Taormina. Non si sa fino a che numero sia durata.

 

La settima ristampa 2926 da Lire 250 e le successive (Lire 300, ecc.)

Da questa ristampa in poi sono tutte basate sulla sesta cambiando unicamente il prezzo di copertina

 

Torna a "Un po' di storia editoriale..."

Torna a "Indice"

Vai a "Censure"