Torna all'indice
 
Torna a Una Collana al Mese
 

di Ernesto Vegetti
Pocket Fantascienza
Una delle domande che più spesso mi vengono rivolte è:
"Ho trovato questo libro, i cui dati coincidono con quelli del Catalogo, ma la copertina è diversa. Mi puoi spiegare il mistero?"
Oramai il tu retinico è diventato così normale che rimango sorpreso quando degli sconosciuti si rivolgono a me in modo più formale. Ma lasciamo perdere le annotazioni di costume e torniamo al dunque..
Quando il Catalogo era privo di orpelli, ovvero non dava la possibilità di vedere la copertina del libro, ma si limitava a descriverlo, pochi badavano al nome dell'illustratore della copertina e se trovavano delle discrepanze scuotevano la testa e pensavano: "Il Vegetti ha sbagliato…" senza minimamente pensare a segnalare l'errore.
Far presente un errore, vero o presunto, sembra una scortesia verso il compilatore. Ho faticato moltissimo a convincere i più che, invece di dire in giro che nel Catalogo c'era un errore (tra parentesi ce ne devono essere ancora molti), lo segnalassero a me.
Adesso la lista delle persone che ringrazio per le informazioni di ogni tipo fornite, è lunghissima.
Inoltre, salvo dimenticanze, do sempre conto delle mie scelte e ringrazio per le segnalazioni, anche errate.
La risposta alla domanda iniziale è semplice: il libro è stato ricopertinato.
L'interno è di norma esattamente identico, solo la copertina cambia.
È una pratica comune, a molti editori, riciclare le rese dei librai, riproponendo lo stesso libro con una diversa copertina, magari in mercati alternativi.
È un fenomeno che si riscontra anche per le edicole, quelle delle ricartonature, ma di norma, al cambio della copertina, cambia anche il nome della collana.
È inoltre normale, in libreria, che le effettive ristampe, abbiano una copertina diversa. Ma su questo argomento torneremo un'altra volta.

I Pocket Fantascienza non sono una vera e propria collana, ma una sottocollana in un ambito più vasto, quella di I Libri Pocket della Longanesi & C. di Milano, curata da Federico Golderer, appassionato di sicuro gusto, ben noto ai frequentatori, nella metà degli anni '70, della Libreria Martello, in corso Vittorio Emanuele.
Fino alla sua sparizione improvvisa (partì e stette in Nepal qualche anno, dicono) la libreria Martello era la meta dei miei viaggi mensili a Milano per i rifornimenti fantascientifici, certo di trovare tutte le novità e con la piacevole prospettiva di una bella chiacchierata con un esperto.
Dopo la sua "sparizione" la libreria divenne una normale libreria, con scarsa attenzione alla fantascienza e mi perse come cliente.
Nati per far fronte all'indubbio successo degli Oscar mondadoriani, si adeguarono agli stessi proponendo delle sezioni specializzate all'interno della collana principale.
Il primo numero, individuato all'interno come, appunto, Pocket Fantascienza 1 portava il n. 511 e costava 1.000 lire. Era il 27 maggio 1975.
L'autore era J. G. Ballard con La foresta di Cristallo (The Crystal World, 1966), in realtà due storie collegate, di cui la prima già edita.
La copertina come quella degli altri nove numeri della serie, era firmata Ombra-Golden Group.
Il 30 marzo 1976 la sottoserie approdava a dignità di collana come Fantapocket, sempre curata da Golderer.

Sul n. 29 di questa collana troviamo l'ultimo elenco "ufficiale" dei Pocket Fantascienza:
  • Daniel Keyes: Fiori per Algernon [I Super Pocket 249, agosto 1977]
  • Howard Phillips Lovecraft: La casa delle streghe [I Super Pocket 242, maggio 1977]
  • Shepherd Mead: La seduzione impalpabile [I Super Pocket 245, luglio 1977]
  • Asimov, Bradbury e altri: Quasi umani [I Super Pocket 234, gennaio 1977]
  • J. G. Ballard: Foresta di cristallo [I Libri Pocket 511, maggio 1975]
  • Eric Frank Russell: La caccia [I Libri Pocket 515, giugno 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni]
  • E. C. Tubb: Fuga dal labirinto [I Libri Pocket 520, luglio 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni- agg. del 23 luglio 2004]
  • Asimov, Bradbury e altri: Tempo senza tempo [I Libri Pocket 524, agosto 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni- agg. del 26 luglio 2004]
  • U. K. Le Guin: Città delle illusioni [I Libri Pocket 529, settembre 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni]
  • Roger Zelazny: Jack delle ombre [I Libri Pocket 534, ottobre 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni]
  • John Brunner: Pianeta a sorpresa [I Libri Pocket 538, novembre 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni- agg. del 23 luglio 2004]
  • Fred Hoyle: Il viaggio di Ossian [I Libri Pocket 543, dicembre 1975; ricopertinato: ill. Oliviero Berni- agg. del 23 luglio 2004]
  • Samuel R. Delany: La città morta [I Libri Pocket 548, gennaio 1976; ricopertinato: ill. Oliviero Berni- agg. del 23 luglio 2004]
  • Gérard Klein: I signori della guerra [I Libri Pocket 552, febbraio 1976; ricopertinato: ill. Oliviero Berni]
  • Harry Harrison: Bill, eroe galattico [I Libri Pocket 602, febbraio 1977]
  • Fred e Geoffrey Hoyle: Sette passi verso il sole [I Libri Pocket 611, marzo 1977]

Quasi certamente i primi dieci originari Pocket Fantascienza curati da Golderer sono stati tutti ricartonati, con Berni quale illustratore; io ho notizia solo di quattro di questi, e di due la notizia è fresca.
Man mano che ne scoprirò altri, ne darò conto.
Per concludere due parole per i collezionisti.
La collezione non mi pare molto appetita ed i singoli pezzi si trovano ancora a pochi centesimi; potrei sbagliarmi.

Nota del 23 luglio 2004

Dicevo: probabilmente tutti e dieci sono stati successivamente ricopertinati e prontamente č arrivata la conferma da parte di Santo Lo Galbo che, e qui lo ringrazio, ha prontamente inviato 4 copertine che non conoscevo.
Mancano all'appello le ricopertinature del primo e del terzo Pocket Fantascienza.
Non dubito che la grande comunità degli appassionati (e in pricipal modo gli UManiaci), con l'usuale spirito di servizio, provvederanno a completare il quadro.

Nota del 24 luglio 2004

Roberto Di Modica mi segnala un errore per Sette passi verso il sole. Avevo scritto 602 anziché 611. Una piccola correzione come questa non meriterebbe una nota, salvo il fatto che Roberto puntualizza come Quasi umani abbia avuto anche una edizione ne I Libri Pocket (490).
La collana citata, a completamento della puntualizzazione, aveva in precedenza pubblicato anche Fiori per Algernon al 392 (un piccolo capolavoro da troppo tempo assente) e La seduzione impalpabile al 466.
Non mi era sembrato il caso di citare il fatto, ma in effetti la questione ha una certa rilevanza. Benvenuta quindi la puntualizzazione.
In effetti Roberto intendeva far presente che, la dicitura Pocket Fantascienza era già stata usata per il n. 490, sia pure preceduta da un serie arancio e che si era nel gennaio 1975, quattro mesi prima del n. 1 curato da Golderer.
A me era sfuggito questo particolare. L'immagine presente sul Catalogo è troppo piccola per consentire di leggere la dicitura. Per questo motivo, a fianco trovate l'immagine un po' più grande in modo da consentirvi, se non possedete il volumetto, di constatare di persona. Solo per i vostri occhi.
L'annotazione non era quindi marginale, ma sostanziale.

Nota del 26 luglio 2004

Massimo Venturi pone un'altro tassello al mosaico. È veramente piacevole scrivere un articolo interattivo.

Nota del 3 ottobre 2005

Stefania Guglielman mi ha rammentato una cosa che avevo, ovviamente dimenticato. Nel maggio di quest'anno, presso la immensa collezione di Bruno Baronchelli avevo scoperto un Pocket Fantascienza non elencato in questo articolo (e non riportato nell'elenco ufficiale).
Trattasi di 2001 Odissea nello Spazio di Arthur C. Clarke [I Super Pocket 163, 18 settembre 1973], che nel gennaio 1976 č stata riproposto, a 1.000 lire, nella nuova veste:

Per la cronaca, il pezzo di Stefania riporta l'indicazione: "Seconda edizione, quinta ristampa", la data č settembre 1977 ed il prezzo, 1.500 lire. Tempi di inflazione...
Torna a Una Collana al Mese
Torna all'indice